Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Il 3 Luglio si riscaldano di nuovo le piste, con i cavalli colorati del massimo circus e, come abbiamo detto più volte, il pilota da battere rimane Lewis Hamilton.

In Italia attendono tutti quanti di osservare come la Ferrari proverà a guadagnare punti preziosi fin dai primi GP ma la verità è che la casa di Maranello parte dietro due monoposto: Mercedes e Red Bull. In Austria la Ferrari non avrà particolari novità, così come invece hanno le altre due monoposto; tutto questo poi sarà solo il contorno ad una situazione particolare in cui verteranno i piloti del Cavallino.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

La nebbia intorno all'alba della nuova stagione del massimo circus sembra si stia diradando. In seguito all'emergenza sanitaria diversi GP sono stati annullati, così come si è assistito al procrastinarsi del nuovo principio.

Il 5 Luglio finalmente si accenderanno i semafori verde per far surriscaldare l'asfalto come piace a milioni di appassionati. Si partirà in Austria, senza pubblico e con tutte le accortezze del caso.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Con l'avvicendamento di Ricciardo la scuderia transalpina si sta guardando intorno per fornire ai cavalli presenti un pilota adeguato alle esigenze della Reanult.

Ad ostacolare questo fattore ci si è messa l'emergenza sanitaria e, dopo aver superato la spaventosa ipotesi del ritiro dal massimo circus si è tornati in fretta sul mercato. Le opzioni per la casa due volte campione mondiale sono ben 5: Alonso, Vettel, Hulkenberg, Lundgaard e Zhou. Fernando Alonso è già stato in casa Reanult, al servizio di Flavio Briatore ha conquistato ben 2 titoli iridati; il trenottenne ha partecipato a 314 corse vincendone 32.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

In questi ultimi anni, nel massimo circus automobilistico, si è stati testimoni di un grossissimo accetramento dei campioni mondiali; sempre meno piloti riescono ad ottenere l'iridato e ciò può essere uno svantaggio per tutto il moviemento. Complice la tecnologia ed il know how di alcune scuderie, i piloti emergenti trovano delle difficoltà non da poco nel farsi valere e competere per tutta la competizione. In pista, tutto questo, si traduce nella diminuzione dei piloti numeri uno in gara. Nel 2012 erano ben 6 gli atleti che potevano vantare di aver conquistato la vetta del mondo: Schumacher, Alonso, Raikkonen, Hamilton, Button e Vettel. Dopo sole tre primavere, complice il ritiro dell'ex-pilota della Ferrari, i campioni in gara sono rimasti 5.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Il mondo delle corse è un settore di nicchia, la penisola italiana è per tradizione una di quelle nazioni più appassionate agli sport su pista; la Formula 1 da sempre regala spettacolo e trascina milioni di appassionati.

Oltre tutto questo, il massimo circus muove milioni di euro e le scuderie mettono a disposizione un budget per ottemperare agli obiettivi prefissati. Con i dati ufficiali abbiamo potuto stilare la classifica delle 10 squadre per andare ad osservare chi ha il gruzzoletto più folto per investire nella stagione automobilistica.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

In esclusiva per i microfoni di Sky, il pilota della primo monoposto Renault confessa sogni, ambizioni e timori. L'australiano non vede l'ora di tornare in pista e si sta allenando come non mai, a casa, per farsi trovare pronto quando i semafori rossi si spegneranno e le auto cominceranno a sfrecciare sui circuiti del globo intero.

Daniel Ricciardo è in attesa, ancora, del rinnovo con la casa transalpina ed a sua detta questa situazione ha rallentato la trattativa; luglio appare troppo lontano per (ri)cominciare un progetto con la macchina transalpina e per questo svela un retroscena. La casa di Maranello, è interessata infatti ad uno tra lui e Carlo Sainz per sostituire il partente Sebastian Vettel (che ha il contratto in scadenza nel 2021).

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

In attesa che i motori ripartano e che l'asfalto torni a colorarsi di velocità siamo andati ad osservare il cammino dei due piloti Ferrari dell'anno scorso.

Tra schermaglie e colpi bassi la convivenza tra Sebastian Vettel e Charles Leclerc non è stata tra le più rosee. Il tedesco è stato acquistato per riportare il cavallino sul tetto del mondo, l'ultimo ad alzare l'iridato è stato Raikkonen. 4 mondiali vinti con la Red Bull hanno fatto sí che il pilota teutonico sia uno dei più pagati dell'intero circus. Dall'altro lato il francese, facente parte del progetto Ferrari Academy, ha esordito lo scorso anno sul sellino della monoposto di italica provenienza.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Matchnews ha seguito con trepidante attesa, in streaming sui canali ufficiali della Ferrari, la presentazione della nuova monoposto.

Dopo anni si ritorna alle origini e da Maranello ci si sposta al teatro di Reggio Emilia. Si parte con il botto grazie all'Ad Camilleri che ci racconta di come la prossima stagione sarà piena di insidie con una concorrenza elevatissima, il terzo posto dello scorso anno non è andato giù più di tanto. Il microfono passa a Binotto il quale ci espone il significato esplicito del nome scelto: "SF1000".