Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Gli amori e le chiacchiere sugli uomini, il profumo del buon cibo e le ricette più gustose, umorismo e sensibilità rigorosamente “in rosa” e sullo sfondo una grande e accogliente cucina: dopo il grande successo della scorsa stagione, gli ingredienti ci sono tutti per ripartire con il nuovo, imperdibile tour italiano di “Belle Ripiene”, la commedia tutta al femminile diretta da Massimo Romeo Piparo e interpretata da Rossella Brescia, Tosca D’Aquino, Roberta Lanfranchi e Samuela Sardo.

Quella che attende l’esilarante pièce sarà una lunghissima tournée, una vera e propria maratona in tutta Italia: “Belle Ripiene” porterà infatti la sua gustosa allegria in tante città, tra le altre, Milano (Teatro Manzoni dal 14 al 19 gennaio), Roma (Teatro Sistina dal 21 al 26 gennaio).

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Cosa hanno in comune Nadia Rinaldi e Milena Miconi? Sono grandi amiche nella vita reale, ma soprattutto sono due mamme sensibili ad ogni problematica legata al mondo femminile.

Ed ecco che insieme tornano al Teatro Tirso de Molina in uno spettacolo, “Qualcosa in comune”, dal 4 al 15 dicembre, scritto e diretto da Mauro Graiani, prodotto da Francesco Bellomo, che vedrà sul palco anche la giovanissima Sofia Graiani (figlia della Miconi). Una commedia che fa sorridere ma dal sapore un pò dolce-amaro. Anna e Aria non potrebbero essere più diverse. Super tecnologica la prima e totalmente analogica la seconda.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
Per trascorrere una serata esilarante, dal 3 all'8 dicembre al Teatro Trastevere di Roma, Gigi Miseferi sarà in scena con la Black Comedy dal titolo "Claustrofobia" scritta e diretta da Gianni Quinto. 
 
E’ venerdì pomeriggio. Le TV parlano solo dello scandalo di un famoso Gruppo Finanziario che sta travolgendo tutta l’Italia. Tommaso, ansioso e ipocondriaco direttore di una filiale dello stesso Gruppo, è costretto ad attendere che Francesco, uno dei clienti più facoltosi della banca, finisca alcune operazioni nel Caveau. Ma un imprevisto cambia tutto: un rapinatore con il volto coperto da un passamontagna, entrato nel Caveau, minaccia i due con una pistola.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Sarà in scena al teatro Golden di Roma, da martedì 26 novembre, lo spettacolo "donchisci@tte" di Nunzio Caponio. Per l’adattamento e la regia di Davide Iodice. Liberamentispirato a “Don Chisciotte della Mancia” di Miguel de Cervantes.

A dare corpo, voce e anima a due pilastri della letteratura mondiale, come Don Chiscotte e Sancho Panza saranno Stefano Fresi Alessandro Benvenuti.

Si tratta di una rappresentazione teatrale ironica e graffiante in cui i mulini a vento vengono sostituiti da moderni mostri contro cui in qualche modo si deve sempre e comunque combattere. Un’analisi inedita dei nostri tempi che passa tra le quinte e il palcoscenico per arrivare in platea e che nel Teatro, luogo e arte, trova un mezzo di comunicazione sicuramente appropriato.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Uno spaccato sul mondo femminile. Quattro donne, molto diverse tra loro si contendono lo stesso uomo.

Divertenti equivoci e battute a ritmo serrato per una commedia frizzante ed ironica. Giulia, Irene e Susanna si riuniscono nella cucina di Silvia per preparare l’esame d’arte culinaria del corso “a tavola con lo chef” che frequentano insieme. Mentre eseguono le ricette parlano delle loro vite, dei loro sogni, di sentimenti, di sesso.

Luca, un bellissimo ragazzo che è ospite del vicino di Silvia nell’appartamento accanto, piomba tra di loro – vestito solo da un asciugamano intorno alla vita, mostrando un fisico mozzafiato – perché è rimasto chiuso fuori casa mentre cercava di riattivare la corrente elettrica.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Maria Rosaria Russo e Massimliano Vado danno voce e corpo alla “Paura d’amare” di Terrence McNally, lo spettacolo prodotto da INTHELFILM, per la regia di Giulio Manfredonia in scena al Teatro Brancaccino di Roma fino a domenica 3 novembre.

Frankie and Johnny in the Clair de Lune è una pièce di Terrence McNally, sceneggiata dallo stesso McNally per il film Frankie and Johnny, diretto da Garry Marshall nel 1991 e interpretato da Al Pacino e Michelle Pfeiffer. La commedia fu giudicata dal New York Post “straordinariamente divertente, romantica, provocatoria” e il New Yorker definì McNally “uno dei più originali e audaci drammaturghi, e anche uno dei più divertenti”. Il film di Marshall ebbe un enorme successo e Michelle Pfeiffer ottenne una nomination ai Golden Globe come migliore attrice.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Dopo il grande successo della prima puntata, siamo lieti di comunicarvi che… si replica! APERICENA CON DELITTO, venerdì 25 ottobre alle ore 20,30.

Sarete in grado di svelare chi ha compiuto il delitto? Dopo aver gustato un ottimo e abbondante aperi-cena, assisterete allo svolgersi di una misteriosa vicenda: a 2 anni dal tragico incidente che ne decretò la chiusura, riapre il glorioso Music-Soul, regno della buona musica e del burlesque, ma non va tutto per il verso giusto…si apriranno le indagini di un caso irrisolto: incendio con vittima…chi sarà a riaprire il caso? E soprattutto, chi e perché ha ucciso?

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Ci sono animali fortunati che trovano il calore di una famiglia e di una cuccia. Sole, ad esempio, è un bellissimo esemplare di Chihuahua ed è diventata la mascotte del Teatro Tirso de Molina ma anche la testimonial dello spettacolo "Tre uomini e una cuccia", la nuova commedia che apre la stagione dello spazio culturale ai Parioli.

In scena, dal 2 al 27 ottobre, arrivano Martufello, Alessia Fabiani, Andrea Dianetti, Gabriele Carbotti, Leonardo Bocci, pronti a scatenare l'ilarità degli spettatori con una pièce brillante per la regia di Fabrizio Nardi. Tutto ha inizio con la storia di Tiziano, Eros e Massimo, tre giovani nati e cresciuti in un paesino nel basso Lazio che un giorno decidono di investire su quella che reputano una idea geniale: una sigaretta elettronica con ricariche speciali al gusto di alimenti tipici italiani da vendere all'estero. La fortuna non li premia e i tre continuano a vivere a casa di un loro compaesano, trasferitosi a Roma, che accetta pochi euro mensili di affitto.