Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Per la rassegna “Città Spettacolo Teatro”, organizzata dal direttore artistico Renato Giordano, il 5 aprile 2019 Monica Guerritore ( nella foto ) è stata protagonista al Teatro De Simone di Benevento con “Giovanna D’ Arco”. Nella kermesse la Guerritore era interprete, regista ed autrice.

L’ artista è tornata ad avere la corta zazzera bionda, il corpo scattante e muscolosissimo nell’ armatura dell’ eroina francese. << La sua forza – ha detto l’ attrice – trascende la sua appartenenza al genere femminile. La sua passione è universale e travalica il tempo, la sua idea di libertà è eterna >>.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Per la rassegna “Città Spettacolo Teatro”, organizzata dal direttore artistico Renato Giordano, al Teatro De Simone di Benevento, il 31 marzo 2019, è andato in scena lo spettacolo interpretato da Francesco Di Leva ( nella foto ), “Muhammad Ali”, per la regia di Pino Carbone.

La kermesse ha rievocato la leggendaria figura del celebre pugile statunitense (Louisville, 1942 – Scottsdale, 2016), considerato il migliore di tutti i tempi, che diceva: << Cassius Clay è un nome da schiavo. Io non l’ ho scelto e non lo voglio. Io sono Muhammad Ali, un nome libero. Vuol dire amato da Dio. Voglio che la gente lo usi quando mi parla e parla di me >>.

In scena è stato rincorso, il suo personaggio, la sua importanza, le sue parole irriverenti, veloci, in rima, pesanti, leggere, fondamentali. E’ stata rincorsa la sua vita, il suo carisma, la sua sicurezza, con la quale affermava: <<Se la mia mente può concepirlo e il mio cuore può crederlo, allora io posso compierlo>>.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Prosegue il ricco calendario di eventi con la rassegna “Città Spettacolo Teatro” a Benevento, organizzata dal direttore artistico Renato Giordano.

Il 28 marzo 2019 al Teatro Massimo di Benevento sono stati protagonisti Massimo Lopez e Tullio Solenghi (nella foto). Sono tornati insieme sul palco dopo 15 anni come due vecchi amici, e si sono ritrovati in uno Show che li hanno visti interpreti ed autori, coadiuvati dalla Jazz Company del Maestro Gabriele Comeglio, che ha eseguito dal vivo la partitura musicale.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Opere d’arte che prendono vita sul palco in un viaggio a ritroso nel tempo tra i fasti della Bella Epoque, il periodo storico caratterizzato da una grande vivacità in tema di progresso e benessere, al centro dello spettacolo “Femmes” firmato da Emanuela Mari e Maria Buongiorno.

Al Teatro Petrolini, nel cuore di Testaccio, torna a grande richiesta, il prossimo 2 aprile alle ore 21.00, il varietà che ha incantato gli spettatori per la grazia e la bravura dei suoi protagonisti, pronti a coinvolgere la platea con la spettacolarità dei costumi e le scene sulle orme di una Parigi prospera e colorata. Ed ecco le arie d’operetta con Emanuela Mari e Valerio Aufiero, con al piano il maestro Massimiliano Franchina, che lasciano il palco alle atmosfere del Moulin Rouge e all’affascinante e misteriosa Mata Hari, interpretata da Maria Cristina Capogrosso con un testo scritto dalla poetessa Maria Buongiorno.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Luciana Frazzetto, dopo il grande successo ottenuto al Teatro comunale "Le Fontanacce" di cui è direttrice artistica insieme al regista Massimo Milazzo, torna in scena al Teatro delle Muse con un testo di Nino Marino dal titolo “Ho avuto una storia con la donna delle pulizie”, diretto da Massimo Milazzo, al fianco di Franco Oppini.

Una commedia divertente con una sinossi tutta da vivere. Lui, scrittore intellettuale frustrato, e di una Lei, donna delle pulizie alquanto ruspante e travolgente. Lui perennemente iellato con le donne. Lei una popolana buffa con un linguaggio verace e spiccatamente romano che cerca disperatamente di elargire consigli al suo datore di lavoro, su come conquistare una donna.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Dopo il successo de “Il principio di Archimede” arriva in scena allo Spazio Diamante una seconda opera del drammaturgo catalano Josep Maria Mirò, “Nerium Park”.

Il titolo richiama l’ambientazione della storia, che si svolge in uno di quei complessi abitativi che sorgono appena fuori città, circondati spesso da alti oleandri. Qui, una giovane coppia, Bruno e Marta, decide di acquistare, con mutuo trentennale, un prestigioso appartamento di nuova costruzione, che appare come un’oasi di felicità immersa tra i nerium, un arbusto con foglie sempreverdi lisce e larghe; produce fiori rosa o bianchi molto abbondanti e aromatici. La coppia è in un momento professionale e personale particolarmente fiorente, in cui tutto sembra procedere al meglio e la novità della casa non può che rafforzare il loro legame.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Al Teatro Massimo di Benevento, il 15 marzo 2019, è ritornata la straordinaria interpretazione di Giacomo Rizzo ( nella foto ) nel personaggio di Bernardino in “Ce penza Mammà” per la regia di Giacomo Rizzo, che tanti successi ha raccolto nelle edizioni precedenti, incominciando dal 1990 con la grande Luisa Conte e poi ancora con Rosalia Maggio; per questa edizione Giacomo Rizzo è stato affiancato dalla bravissima Caterina De Santis, continuando il sodalizio artistico che li vede protagonisti, da tre stagioni, con straripante successo.

Gli attori della Compagnia Stabile del teatro Bracco hanno raggiunto, grazie alla direzione di Giacomo Rizzo, un affiatamento e uno spessore di ottimo livello artistico, e tutta la commedia è un susseguirsi di gag per irresistibili risate del pubblico, da lacrime agli occhi.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Presso il Teatro San Marco di Benevento, il 16 marzo 2019, si è svolta la première del reading teatrale “Il Generale”, scritto e diretto da Giambattista Assanti, in ricordo del Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, assassinato insieme con la moglie Emanuela Setti Carraro e con il suo autista Domenico Russo, la sera del 3 settembre 1982 a Palermo.

Il reading che fa parte della rassegna “Invito a Teatro”, è liberamente tratto dal libro “Dalla Chiesa. Un papà con gli alamari”, di Simona, Rita e Nando Dalla Chiesa. Il generale Dalla Chiesa è interpretato da Raoul Bova, uno dei più importanti ed acclamati attori del cinema italiano e racconta, sul filo della memoria, alcuni ricordi personali legati alla sua lotta contro i tedeschi nel ’43 e alle sue prime indagini da giovane Capitano dell’ Arma, appena insediato a Corleone, nei giorni drammatici del rapimento del sindacalista Placido Rizzotto, fino alla nascita del Nucleo Antiterrorismo.