Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Juve-Lazio, Roma-Napoli ed Inter-Milan. Le premesse per un’ottava giornata con i botti ci stavano tutte ed infatti abbiamo assistito a numerosi colpi di scena.

Si comincia Sabato alle 18, dove la Lazio di Simone Inzaghi (proprio il fratello minore e meno osannato di Superpippo) si prende la prima pagina dei quotidiani andando a vincere all’Allianz Stadium per 2 a 1, con una doppietta di Immobile. Al 96esimo sale in cattedra Strakosha reo di aver parato il rigore a Dybala, curiosa la faccenda secondo cui la Joya ha sbagliato il secondo rigore consecutivo contro un portiere albanese. Festa azzurra anche all’Olimpico, dove un Napoli arcigno e cinico sconfigge di misura la Roma grazie alla rete di Insigne.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

D'accordo, la Roma ha preso molti pali in questa stagione ed è martoriata da numerose defezioni per problemi muscolari (ultimo quello di Manolas che verosimilmente salterà la trasferta di Londra), ma il tutto non serve a giustificare una sconfitta contro una diretta concorrente per lo stesso obiettivo.

O forse no, probabilmente Di Francesco ha ragione quando dice che i giallorossi devono crescere per raggiungere quel gap che li separa dalla Juventus. Proprio nella sera in cui i piemontesi crollano contro la Lazio, la Roma perde 1 a 0 in casa grazie ad un goal di Insigne (su errore di De Rossi).

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Dopo 7 giornate di campionato, il Napoli è in testa alla classifica avendo vinto tutte le partite.

Contro il Cagliari è stata una passeggiata di salute, merito sì di Sarri ma anche a causa della scarsa intelligenza tattica dei sardi. L’Inter segue la scia dei partenopei, andando a vincere per 2 a 1 in quel di Benevento (le streghe sono ancora a zero punti). La Lazio prosegue il suo momento d’oro andando ad asfaltare per 6 a 1 il Sassuolo del ritrovato Berardi (oltre al gol anche una buona prestazione per lui).

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Non viene annoverata tra le contendenti al titolo, eppure è lì a sei punti dalla vetta (con una partita in meno). Anche ieri una Roma poco cinica è riuscita ad ottenere i tre punti in trasferta, contro il Milan.

Proprio quel Milan tanto osannato dopo un mercato con il botto ce ha portato numerosi campioni ai piedi della Madonnina. Eppure questa volta a farla da padrone sono stati i giocatori giallorossi, come succede ormai da diversi anni a San Siro. La gara non è stata eccelsa ed è stata giocata a ritmi abbastanza blandi. Ci ha pensato Dzeko ad un quarto d’ora dalla fine a mettere il pallone alle spalle di Donnarumma, dopo aver saltato Musacchio.