Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Il 27 giugno us. si è svolto a Roma in zona Eur, presso l’Hotel American Palace, il convegno organizzato  dal Presidente Nazionale del CAD – Ing. Gerardo Salsano e dal Presidente del CAD Roma Capitale Dott. Lamberto Mattei, esperto fiscale e del Contenzioso Tributario, Membro del Collegio Sindacale – Associazione Italiana Finanzieri d’Italia – Circolo Villa Spada e dal Vice Presidente del CAD Roma Capitale Avv. Walter Cillaroto, associato Studio Sarcc e titolare dello studio Legale Cillaroto, nonché docente di diritto.

Al convegno l’affluenza è stata altissima con oltre 300 partecipanti, in quanto i temi focali sono stati la crisi economica in Italia e le sue cause e la condizione negativa che deprime i cittadini italiani.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Dal 1° luglio 2017 Equitalia chiude i battenti per far spazio all’era dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione, quale ente pubblico che si occuperà di gestire le cartelle esattoriali, le iscrizioni a ruolo ed i procedimenti attualmente in corso.

Molti cittadini ignari “cantavano” vittoria credendo che con la chiusura di Equitalia anche i loro debiti venissero estinti o quanto meno finissero nel dimenticatoio. Invece, la neonata Agenzia delle Entrate-Riscossione potrà procedere al pignoramento delle somme presenti nel conto corrente in modo diretto, senza dover chiedere alcuna autorizzazione al giudice.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

L’immane dramma che sta colpendo il Portogallo con gli oltre 60 morti nell’incendio boschivo a Pedrogao, nella parte centrale del Paese, per la redazione di Matchnews ha un coinvolgimento particolare.

Nel tempo, infatti, ha stabilito un’ intensa amicizia con l’Istituto Portoghese di S. Antonio a Roma che sostiene nella diffusione della cultura lusitana e rafforzamento dei suoi legami con quella italiana. Per questo la redazione di Matchnews esprime profondo dolore per la tragedia, si stringe forte all’amico Prof. Francisco Dias, al Rettore dell’Istituto Portoghese Mons. Agostinho da Costa Borges, all’Ambasciatore del Portogallo presso la Santa Sede Dott. Antonio de Almeida Ribeiro, al Rettore dell’Università Gregoriana Nuno da Silva Gonçalves SJ, a tutto il popolo portoghese ed invita i lettori ad unirsi nel rispondere all’appello di Papa Francesco in Piazza San Pietro ad una preghiera silenziosa.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Niente IVA sulla tariffa rifiuti prevista dall'art. 49 del d.lgs. 22/1997, trattandosi di un'entrata tributaria e non corrispettiva di un servizio.

La Suprema Corte di Cassazione, III sezione civile, nell'ordinanza n. 5627/2017 ha ribadito l’illegittimità dell’Iva sulla tassa sui rifiuti, e già in precedenza si era espressa con la sentenza n. 5078/2016, la sentenza n. 238/2009 e l’ordinanza n. 64/2010 dichiarando che l'IVA non può essere applicata su una tassa, perché la legge vieta il principio della doppia imposizione.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Con l'avvicinarsi della stagione estiva è in forte aumento la statistica relativa agli spiacevoli e tragici fatti che riguardano la dimenticanza in auto del bambino sul seggiolino a causa dell'amnesia dissociativa che colpisce i genitori stressati e/o disattenti.

A tal fine si rende doverosa una proposta di legge che modifichi il codice della strada, chiedendo all'Unione Europea di dare il via libera all'omologazione di dispositivi di sicurezza per i seggiolini per i bambini in auto. La crescita tecnologica può dare un valido supporto ai genitori che sono sempre più stressati da una vita frenetica.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Il mercato del lavoro odierno suggerisce ai giovani scelte sempre più creative soprattutto per quel che riguarda gli ambiti culturale e turistico.

In questi settori, rispetto ad altri, assumono maggiore rilievo gli strumenti che vengono forniti dagli insegnanti agli studenti per stimolare le conoscenze e valorizzare le attitudini affinché esse diventino fattori di professioni qualificate. In questi percorsi formativi di “creative workers” un aspetto determinante è l’itinerario compiuto prima di giungere alla meta prefissata di un lavoro redditizio che soddisfi le proprie inclinazioni.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

L’Istituto per la Prevenzione e la Sicurezza del lavoro, fa sapere che nel nostro paese su 21 milioni di occupati, un milione e mezzo sono vittime di mobbing ossia vessazioni da parte del superiore o datore di lavoro. 

Il fenomeno è maggiormente presente al nord  con una percentuale del 65% per cento e colpisce più le donne per un buon 52% . Più del 70% dei mobbizzati lavora nella pubblica amministrazione e la categoria più colpita è quella degli impiegati  con il 79%. I soprusi hanno per il 40% dei casi la durata di due anni, del 30% oltre due anni e il 27% va da sei mesi a un anno.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

L’ Osservatorio sull'evoluzione dell'imprenditoria femminile, del Gruppo Terziario Donna Confcommercio ha realizzato un rapporto con il Censis che ha reso noto come il 70% delle donne immigrate che vivono in Italia hanno creato aziende che operano nel settore.

Di questa percentuale il 13,5% opera nell’ambito di noleggio e agenzie viaggio; con le cinesi fortemente attive con un buon  15,8% impegnate nel settore ricettivo e della ristorazione. La maggioranza di queste donne, l’80%, ha meno di 50 anni  e sono presenti per lo più nel centro  Italia che conta il  9,3% di imprese femminili straniere.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Un  rapporto annuale dell'OMS. (Organizzazione Mondiale della Sanità) denuncia che quasi un miliardo di persone non ha accesso all'utilizzo del  bagno, all’acqua potabile e ai sanitari.

Nei paesi più colpiti dal virus Ebola Nigeria e Liberia il paese più colpito dal terribile virus quasi più della metà della popolazione, circa quattro milioni di persone,  non usa la toilette.   In Sierra Leone, altro focolaio dell’epidemia la proporzione è stimata per il 28% della popolazione.  Sono stati fatti dei progressi nell’accesso all’acqua potabile e ai sanitari sottolinea il rapporto, ma la mancanza di finanziamenti continua a limitare questi passi avanti.