Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Nel suo intenso percorso artistico Sergio Leone attraversa il mito, riscrive letteralmente il western e trova il suo culmine nel progetto di una vita C’era una volta in America. Titolo di un suo film che ha portato a parafrasare quello della mostra aperta al museo dell'Ara Pacis fino al 3 maggio prossimo

Quando si pensa al West o all'America e alle grandi produzioni sul grande schermo si pensa a Sergio Leone, maestro assoluto del genere.

Nato a Roma nel 1929  è stato un regista, sceneggiatore e produttore cinematografico italiano, riconosciuto universalmente come uno dei più importanti registi della storia del cinema, particolarmente noto per i suoi film del genere spaghetti-western.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Nel pieno dell’autunno, o meglio dal 28 novembre, le sale cinematografiche ci hanno proposto di vivere una giornata di pioggia a New York, attraverso la regia e lo sguardo di Woody Allen.

Nella nuova pellicola di Allen, troviamo attori protagonisti molto giovani, Timothée Chalamet, Elle Fanning e Selena Gomez, anche se la protagonista assoluta del film è sicuramente la città: New York, che come una calamita attira a sé i personaggi, li rapisce, stravolge i loro piani, ma soprattutto il loro modo di vedere le cose. Al centro di questo intreccio, in cui la metropoli prende il sopravvento, troviamo una coppia di fidanzati intenti a trascorrere un weekend romantico a New York: Lui, ennesimo alter ego di Woody Allen, si chiama Gatsby e, come il suo omonimo del romanzo di Francis Scott Fitzgerald, appartiene a un'altra epoca.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

"Fellini 100 Genio immortale. La mostra" è l'iniziativa capofila di un anno ricco di proposte culturali dedicate al Maestro del cinema mondiale che culminerà nell'apertura, attesa a Rimini a dicembre 2020, del Museo Internazionale Federico Fellini.

Il più grande progetto museale dedicato al regista riminese che coniugherà la poesia del cinema felliniano con le tecnologie e le scelte urbanistiche più innovative. Per Andrea Gnassi, Sindaco di Rimini:"Un luogo visionario in continuo divenire, dove la ricerca, l'approfondimento, l'apporto incessante di arte ed artisti in ogni Paese si combini con l'innovazione, la tecnologia, per esaltare non soltanto la memoria ma l'eredità di Fellini". "L’esposizione - spiega l'Assessore alla Cultura, Massimo Mezzetti - verrà anche circuitata assieme ad altri eventi, concerti, spettacoli di danza, conferenze, anche grazie alla collaborazione della Regione con la rete mondiale delle Rappresentanze diplomatiche e culturali".

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

La rassegna, presente a Palazzo Ducale di Genova fino all'8 marzo 2020, omaggia il ritorno del regista inglese nel capoluogo ligure, che ha visto il suo esordio dietro alla macchina da presa nel 1925. Anno debutto nel quale diresse alcune scene in esterno del film muto The Pleasure Garden. Curata da Gianni Canova e prodotta e organizzata da ViDi, l’esposizione è articolata in 70 fotografie e contenuti speciali provenienti dagli archivi della Major americana che conducono il pubblico nel backstage dei principali film di Hitchcock. Previsto, in alcune date, anche uno spettacolo teatrale interattivo abbinato ad apericena.

Ingegno, innovazione, originalità sono solo alcune delle prerogative che rappresentano la maestria indiscussa del famoso regista inglese conosciuto in tutto il mondo. Classe 1889 - a 120 anni dalla sua nascita - Genova omaggia con una mostra il ritorno del famoso regista inglese nel capoluogo ligure, nella città che l'ha visto esordiente dietro alla macchina da presa. La mostra di Alfred Hitchcock parte dal 1925, anno nel quale girò il suo primo ciak e mosse i suoi primi passi nel mondo del grande schermo.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

A Benevento, presso il Cinema San Marco, il 28 ottobre 2019 il regista Giambattista Assanti (nella foto) ha presentato il suo ultimo film “Il giovane Pertini combattente per la Libertà”, prodotto dalla Genoma film. E’ stato un appuntamento per le scuole del territorio, alla presenza della nota scrittrice Chiara Ingrao.

Il film, tratto in gran parte dal libro di Stefano Caretti e Maurizio Degl’Innocenti, “Sandro Pertini, combattente per la Libertà”, è stato dedicato ad uno dei più amati presidenti della Repubblica Italiana. Nel film il regista ha inserito molti riferimenti a luoghi e persone del Sannio, dell’Irpinia e della Puglia. Tra le località scelte per le riprese si annoverano Benevento, Santa Croce del Sannio, Colle Sannita, Taurasi, Montefusco, Vieste e Ferrazzano.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Dopo tanto clamore, e dopo aver conquistato, come miglior film, il Leone d'oro all'ultima Mostra del cinema di Venezia, dal 3 ottobre possiamo finalmente goderci Joker al cinema. Se dovessimo descrivere il film di Todd Philips in tre parole, potremmo sicuramente definirlo: disturbante, provocatorio, anticonformista. Ma la verità è che è molto di più di tutto questo.

Innanzitutto, dobbiamo partire dal presupposto che ci troviamo di fronte ad un film che si vuole distaccare completamente dai cinecomic. Joker non è certo il classico film tratto dai fumetti. No. È un racconto tragico che scrive un capitolo a sé stante sul personaggio DC Comics: immagina le origini della crudeltà perversa che ha formato il villain per eccellenza. La sua deriva violenta è la svolta di un passato di emarginazione e sopraffazione.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Dimenticatevi Pulp fiction e Le Iene, con Once upon a time in Hollywood, Tarantino reinventa se stesso, senza però tradire la sua personalità cinematografica: non rinuncia alla sua ossessione per i primi piani di piedi nudi, tantomeno alle sue classiche escalation di violenza.

Il regista con il suo nono film, uscito in tutte le sale italiane il 18 settembre 2019, spalanca una finestra a tinte vintage su un’eccentrica Hollywood di fine anni ’60, e  per qualche ora ci fa vivere tra il febbraio e l’agosto del 1969.

Febbraio 1969: una delle  prime scene con cui si apre il film, vede la coppia Roman Polański (Rafał Zawierucha) – Sharon Tate (Margot Robbie) accolta dai paparazzi all’aeroporto di Los Angeles. Da qui le vicende della coppia saranno raccontate parallelamente a quelle dei protagonisti della nostra storia, Rick Dalton (Leonardo DiCaprio, magistrale per tutta la durata del film) e Cliff Booth (Brad Pitt), intrecciando inevitabilmente realtà e finzione.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Venerdì 18 ottobre alle ore 18.00, nell'ambito della Festa del Cinema di Roma, presso lo Spazio Regione Lazio - Roma Lazio Film Commission sarà proiettato “ECLISSI", il cortometraggio di Valerio Carta con Sandra Milo e Iole Mazzone prodotto dalla INTHEFILM.

"Eclissi" è un dramma psicologico al femminile con tinte thriller che affonda nell’intimità di una diva del cinema italiano, Carla (Sandra Milo), lo stesso nome del personaggio da lei interpretato nel capolavoro di Fellini "8½", di cui costituisce un seguito spirituale. E' un duetto con una giovane attrice che deve preparare un provino e che si rivolge a lei in cerca di un aiuto, a restituirle l’illusione di un rapporto umano.