Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Analisi della Quarta Giornata dei Gironi Europei: ancora bene le italiane.

CHAMPIONS LEAGUE

Gruppo D - Classifica: Manchester City: 9 Pts, Juventus FC: 8 Pts, Sevilla CF: 3 Pts, Borussia Moenchengladbach: 2 Pts

Quarta Giornata delle Fasi a Gironi, risultati che iniziano a diventare decisivi e l'unica italiana che non porta a casa il punteggio pieno, clamorosamente, è la Juventus. I Bianconeri non riescono infatti ad espugnare il Borussia Park di Moenchengladbach, pareggiando per 1-1 ed eliminando di fatto i tedeschi dalla corsa al passaggio del turno, ma non ancora il Sevilla (pur battuto dal Manchester City).

Col ritorno al gol del recuperato Stephan Lichtsteiner, la Juventus recupera il vantaggio del Borussia firmato da Johnson, dovendosi poi difendere in dieci nel secondo tempo (rimettendosi in più occasioni al solito, enorme San Gigi Buffon) a causa della sconsiderata espulsione di Hernanes.

A due giornate dalla fine della Fase a Gironi, la Juventus è saldamente seconda ad otto punti, uno sotto il Manchester City (prossimo sfidante allo Juventus Stadium) e ben cinque sopra il Sevilla, terzo. Matematicamente fuori dalla corsa sui torinesi, il Borussia: sei punti di distacco ed una classifica avulsa sfavorevole tagliano, infatti, definitivamente le gambe ai neroverdi di Moenchengladbach.

GRUPPO E - Classifica: FC Barcelona: 10 Pts, AS Roma: 5 Pts, Bayer 04 Leverkusen: 4 Pts, BATE Borisov: 3 Pts

L'impresa della Giornata, in Champions, è firmata dalla Roma di Rudi Garcia. In un autentico spareggio-qualificazione contro i tedeschi del Bayer Leverkusen, già giustizieri dei cugini della Lazio nel corso dei Playoff di Agosto, i Giallorossi concludono una partita al cardiopalma con un 3-2 tanto rocambolesco quanto vitale. Nel corso del primo tempo la Roma infila per due volte in contropiede le Aspirine, andando a segno con Salah e Dzeko, salvo farsi riprendere (in appena cinque minuti) da Mehmedi e Chicharito Hernandez nell'avvio di ripresa. Memore dell'incredibile 4-4 di Leverkusen, la squadra romana fatica, imbarca occasioni avversarie e rischia di cadere ancora, prima di vedersi assegnato un calcio di rigore sull'indiavolato Salah: Omer Toprak, il giocatore probabilmente più esperto del Bayer, spinge visibilmente l'egiziano pronto a buttare dentro la palla a due passi dalla porta di Leno, regalando a Pjanic l'occasione dal dischetto per rimettere la Roma in una condizone di grande vantaggio per il passaggio del turno; occasione che, con un po' di fortuna (l'esecuzione passa giusto sotto il braccio del portiere del Bayer), il bosniaco non si lascia sfuggire, realizzando il 3-2 finale.

La vittoria del Barcelona sul BATE (3-0), nell'altro match del Girone E, spedisce di fatto gli spagnoli al prossimo turno, primi nel gruppo a dieci punti. Insegue la Roma, a cinque, che nel prossimo turno andrà proprio a giocarsi una grossa fetta di qualificazione al Camp Nou, mentre saluterebbero la Champions League, ad oggi, Bayer e BATE (4 e 3 punti), chiamati ad un dentro-fuori dal sapore drammatico nel prossimo match della Barysau-Arena, in Bielorussia.

EUROPA LEAGUE

GRUPPO D - Classifica: SSC Napoli: 12 Pts, Midtjylland FC: 6 Pts, Club Brugge: 4 Pts, Legia Warsaw: 1 Pts

Nella tanto bistrattata (almeno nelle prime fasi) quanto divertente Europa League, il calcio italiano cala un tris vincente e vede le sue tre rappresentanti ad un passo dal traguardo. Il Napoli, addirittura, il traguardo della qualificazione ai Sedicesimi di Finale lo ottiene già con due Giornate di anticipo (tra l'altro come prima del Girone), superando con estrema facilità il Midtjylland per 5-0. El Kaddouri, Maggio, Callejon ed una doppietta di Manolo Gabbiadini firmano il grande successo dei partenopei, che salgono a dodici punti e guadagnano la matematica di un posto tra le Teste di Serie al Sorteggio di Dicembre.

Nell'altra partita del Girone, in un inedito spareggio per scegliere quale squadra tenterà fino alla fine di superare proprio i danesi al Secondo Posto, il Club Brugge supera i polacchi del Legia e, di fatto, li estromette dalla corsa-qualificazione, rilanciandosi a 4 punti, appena due sotto gli avversari odierni dei partenopei.

GRUPPO G - Classifica: SS Lazio: 10 Pts, AS Sainte-Etienne: 7 Pts, Dnipro Dnipropetrovsk: 4 Pts, Rosenborg Ballklub: 1 Pts

Con la testa al derby e tante difficoltà in campionato (tra cui due sconfitte di fila nelle ultime due uscite), la Lazio riesce comunque a trovare una condizione mentale decente e, nel gelo di Trondheim, sistema definitivamente la pratica-Rosenborg. Contro una squadra più che sazia e distratta dall'aver appena conquistato la Tippeligaen, i Biancocelesti espugnano per 0-2 il Lerkendal e, in ottica qualificazione, si portano ad appena un punto dai Sedicesimi di Finale. Una doppietta di Filip Djordjevic, al rientro da titolare dopo un paio di infortuni, spiana la strada alle riserve della Lazio, attesa domenica dall'importantissimo derby contro i cugini della Roma. All'esordio da titolare, ed autore di una prova tutto sommato positiva, il tanto atteso Ravel Morrison, gioiello nelle amichevoli estive scomparso dai radar di Pioli da quando le gare sono incominciate a diventare ufficiali.

Tre punti sotto i Biancocelesti, a sette, i francesi del Saint-Etienne, secondi e travolgenti contro i Vice-Campioni in carica del Dnipro; in terra d'Oltralpe, infatti, Les Verts risolvono la pratica ucraina con un secco 3-0, lasciando letteralmente gli avversari con un piede fuori dalla prossima fase: solo 4, infatti, i punti di Seleznyov e compagni.

GRUPPO I - Classifica: FC Basel: 9 Pts, AC Fiorentina: 6 Pts, Lech Poznan: 4 Pts, Belenenses: 4 Pts

Inaspettatamente ultima nel Girone I al giro di boa, la Fiorentina si riprende nella Quarta Giornata ed espugna il caldissimo Miejski, campo del Lech Poznan, con un secco 0-2. A decidere l'incontro, il polivalente Josip Ilicic: la stella della Viola apre le marcature in chiusura di primo tempo con una punizione splendida, raddoppiando a tempo quasi scaduto e sancendo definitivamente il ritorno degli uomini di Paulo Sousa nella corsa alla qualificazione.

Primo, nel Gruppo I, resta il Basilea: sconfitto 0-2 il Belenenses a domicilio e vicinissimo alla qualificazione (manca appena un punto), il consorzio svizzero continua a sognare di arrivare a giocarsi la finale tra le mura amiche, al St. Jakob's-Park. Segue, seconda nel Gruppo I, proprio la Fiorentina a 6, mentre Lech e Belenenses decreteranno nel prossimo match, un autentico spareggio, l'inseguitrice del Girone, quella che staccherà la loro quota attuale, 4 punti.