Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Se si potesse rappresentare con un colore la settimana giallorossa che si sta concludendo sarebbe molto probabilmente il grigio. E’ iniziata la scorsa domenica con una bruciante sconfitta contro l’Atalanta, per poi proseguire però con una bellissima vittoria in Europa League, in cui gli uomini di Spalletti hanno sconfitto il Viktoria Plzen per 4-1. Vittoria che ha portato la Roma a qualificarsi per i sedicesimi di finale con un turno di anticipo.

Contro i cechi Spalletti ha schierato in campo una formazione molto simile a quella vista in campionato, applicando il turnover solo a metà. Scarsa anche in questo caso la prestazione Iturbe, che non ha trovato neanche questa volta il riscatto dal suo periodo buio. A portare la Roma alla vittoria, come spesso accade ultimamente, ha pensato Dzeko. Il bosniaco ha messo a segno una splendida tripletta, culminata poi con il goal di Perotti. Nonostante la vittoria potesse sembrare scontata, la Roma nella prima fase di gioco ha rischiato di subire il pareggio. Gli uomini di Spalletti sono riusciti però ad uscire da quella che è stata definita come “mentalità debole”, che aveva invece mostrato contro l’Atalanta.

Ad attendere adesso i giallorossi c’è il Pescara. I giallorossi ospiteranno gli abruzzesi all’olimpico questa sera, alle 20:45. Probabilmente vedremo in campo un 4-2-3-1 con Szczesny tra i pali, Bruno Peres, Rudiger, Fazio ed Emerson in difesa, al centrocampo la coppia ormai collaudata De Rossi- Strootman, in attacco il tridente Salah- Nainggolan- Perotti alle spalle di Dzeko. Nonostante l’esito della partita potrebbe sembrare scontato la differenza la farà quanto la Roma riuscirà a mantenere i nervi saldi e soprattutto a non sottovalutare l’avversario. Questa fase è molto delicata ai fini della classifica, ed è importante non consentire il sorpasso da parte della Lazio, ma soprattutto non consentire alla Juventus di accumulare ancora più punti di differenza.

Anche questa volta Totti partirà probabilmente dalla panchina. Dopo un inizio di stagione positivo il Capitano non sembra riuscire a trovare più spazio in campo. Nonostante questo, in un’intervista concessa a Sky Totti ha parlato delle sue condizioni fisiche e mentali, dichiarando di sentirsi bene, e di non dare per certo il suo ritiro previsto per fine anno. Il giocatore ha mostrato ancora moltissima voglia di giocare e non vede, al momento, la necessità di pensare alla pensione. Il Capitano ha poi parlato della situazione attuale della sua squadra lamentando, come aveva fatto in precedenza Spalletti, la mancanza di aggressività e soprattutto di cattiveria. Poca costanza e un’eccessiva presunzione di superiorità.

Piccoli positivi passi per quel che riguarda la questione stadio. C’è stato un meeting fra l’As Roma e il campidoglio, a cui ne seguiranno probabilmente molti altri. Sicuramente tra le due parti c’è la volontà comune di portare a conclusione il progetto. L’obbiettivo di questi incontri è quello di riuscire a migliorare il progetto presentato e di arrivare ad una soluzione che possa essere favorevole sia alla As Roma, che alla città. La società giallorossa ha anche l’appoggio di Giovanni Malagò, che ha evidenziato come ogni squadra di livello professionistico dovrebbe avere uno stadio di proprietà, nonostante questo comporterà inevitabilmente delle perdite per lo Stadio Olimpico, che però sarà probabilmente arricchito di altre tipologie di eventi.