Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

All’Olimpico la prima partita di cartello: Roma – Inter. I nerazzurri stanno attraversando un periodo a corrente alternata, d’altra parte come i giallorossi.

Roma - Si affrontano in una partita importante, chi vince può ambire a dire la sua nell’ambito di questo campionato. Dopo l’inizio tumultuoso con il cambio di allenatore, l’Inter ha trascorso un periodo molto difficile, ora Frank De Boer sta assestando la squadra a livelli accettabili anche se ancora in modo discontinuo.

Nell’occasione schiera un 4-3-3 con il ritorno in regia di Joao Mario, forse l’unica nota positiva del mercato nerazzurro. Davanti si affida al tridente Candreva-Icardi-Perisic, mentre a centrocampo, oltre al portoghese, schiera Medel e Banega. Il quartetto difensivo è composto da Ansaldi-Miranda-Murillo-Santon, tra i pali Handanovic. Mister Spalletti, dopo l’incoraggiante vittoria in Europa League contro i rumeni dell’Astra Giurgiu, dal canto suo, schiera il solito 4-3-3, stavolta senza Totti. Davanti il tridente Salah-Dzeko-Perotti mentre a centrocampo con De Rossi (di nuovo capitano in assenza di Totti) schiera Strootman e Florenzi,  la difesa, ancora un po’ incerta, è composta da Peres (finalmente a destra), Manolas, Fazio e Juan Jesus (un ex), tra i pali Szczesny.

Inizia la partita. L’Inter già nel primo minuto si rende pericolosa e sembra subito aggressiva. Al 5’ però la Roma passa già in vantaggio. Velocissima azione di Salah sulla fascia destra, inserimento di Peres che mette al centro una palla che Dzeko deve solo poggiare in rete. E’ l’1 a 0 per la Roma! Al 9’ l’inter va vicinissimo al pareggio. Palla persa a centrocampo da Manolas che finisce sui piedi di Banega che spara da fuori area battendo Szczesny, ma la palla impatta con il palo e la sua porta è salva. Un minuto dopo la Roma con una ripartenza folgorante, sfiora il raddoppio con Peres. La partita è bellissima! I nerazzurri accelerano le loro giocate e stazionano con insistenza nella metà campo giallorossa. La Roma preferisce aspettare e ripartire. Al 21’ Dzeko offre un pallone d’oro a Salah che scatta come una freccia da centrocampo fino in porta da solo, ma al momento del tiro non è lucido, la palla va fuori dopo aver scheggiato il palo. Nello stesso minuto l’egiziano ha un'altra occasione, ma l’esito è lo stesso.  La Roma vuole il secondo goal, ma l’Inter è sempre molto pericolosa. Al 28’ caparbia azione di De Rossi che serve Salah, l’egiziano vede Dzeko che spara in porta, ma stavolta Handanovic c’è, anche se para in due tempi. Al 32’ Candreva va vicinissimo al pareggio, la palla attraversa tutto lo specchio della porta giallorossa, ma poi finisce a lato. La partita è veloce e divertente e con il risultato sempre in bilico. Al 41’ ancora un occasione per la Roma. Peres sulla sinistra lancia in porta Florenzi che tira forse con troppo anticipo sciupando malamente. Un minuto dopo è Candreva a sfiorare il pareggio, ma un Super Szczesny ci mette una pezza. Poi ancora Dzeko ma Handanovic para. Partita ricca di occasioni e molto divertente. Dopo azioni ancora scintillanti e un minuto di recupero, Banti manda tutti negli spogliatoi.

Inizia la ripresa senza sostituzioni da ambo le parti. Nei primi minuti continui rovesciamenti di fronte con l’Inter molto intenzionata alla ricerca del pareggio. E’ Perisic il più attivo, mentre nella Roma si vede, dopo molto tempo, un De Rossi molto determinato. I giallorossi continuano a sciupare molte occasioni e l’esiguo vantaggio fa tremare i tifosi. Al 66’ insidiosa punizione dal limite dell’area giallorossa calciata da Perisic, la palla lambisce il palo sulla sinistra di Szczesny. Le azioni dell’Inter diventano più pressanti e la difesa giallorossa sembra contenerle con più fatica. Al 69’ Gnoukouri, subentrato a Jose Mario, sciupa un’occasione incredibile, da centro area spara altissimo. Al 72’ arriva il goal di Banega, con una difesa giallorossa completamente imbambolata, l’Inter pareggia i conti e la Roma va in depressione agonistica. Ma al 77' incredibilmente e, sorprendentemente, reagisce e a seguito di una punizione dal limite dell’area nerazzurra calciata da Florenzi, Manolas di testa mette in rete il goal del 2 a 1! Nei minuti finali l’Inter assedia l’area romanista, i giallorossi soffrono insieme ai propri tifosi, ma dopo 3 minuti di recupero, l’arbitro Banti decreta la fine della partita e omologa la vittoria della Roma.

Vittoria sofferta e con il brivido quella dei giallorossi. Nei minuti finali molti giocatori erano stremati e magari una sostituzione a metà del secondo tempo sarebbe stata molto gradita da parte di qualcuno. Ora la Roma è a un punto dal Napoli che è uscito sconfitto da Bergamo. La Juve viaggia da sola in vetta alla classifica con 18 punti. Il campionato è ancora molto lungo, ma è necessario dimostrare più autorità. Molte le occasioni sprecate dai giallorossi e molte le opportunità che ha dato la difesa agli avversari. La partita poteva essere chiusa dalla Roma già al primo tempo, ma la mentalità vincente non le ha consentito di farlo, forse manca proprio questa caratteristica per puntare in alto!

ROMA-INTER 2-1 (primo tempo 1-0)
MARCATORI: 5' Dzeko (R); 72' Banega (I), 77' Manolas (R)
ROMA (4-3-3): Szczesny; Bruno Peres, Manolas, Fazio, Juan Jesus; De Rossi, Strootman; Salah (70' El Shaarawy), Perotti (79' Paredes), Florenzi (89' Nainggolan); Dzeko. (Alisson, Lobont, Emerson, Seck, Gerson, Iturbe, Totti. All. Spalletti.
INTER (4-3-3): Handanovic; Ansaldi (62' Nagatomo), Miranda, Murillo, Santon; Joao Mario (60' Gnoukouri), Medel; Candreva (69' Jovetic), Banega, Perisic; Icardi. (Carrizo, Felipe Melo, Kondogbia, Palacio, Ranocchia, Eder, D'Ambrosio, Miangue, Gabigol). All. De Boer.
ARBITRO: Banti di Livorno.
NOTE: Spettatori: 35 mila circa. Ammoniti: Santon (I), Ansaldi (I), Juan Jesus (R). Angoli: 9-3 per l'Inter. Recupero: 1' pt, 3' st.