Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Quali sono i segreti di Fatima? Cosa si nasconde dietro di essi? Vi sono misteri che la Chiesa Cattolica tiene gelosamente custoditi in Vaticano?

Questi sono alcuni degli interrogativi che, nell’immaginario comune, ci si può chiedere in riferimento alle apparizioni della Madonna nella località del famoso santuario. A sgombrare il fumo generato da molte leggende metropolitane, è intervenuto il Vescovo di Leiria-Fatima, Mons. Antonio Marto, il quale è appositamente venuto in Italia per tenere la conferenza: “Fatima: messaggio di misericordia e di speranza per il mondo”.

Essa si è tenuta a Roma nel salone nobile dell’Istituto Portoghese di Sant'Antonio in occasione del centenario delle apparizioni di Fatima (http://www.fatima.pt/it), con l’alto patrocinio dell’Ambasciatore del Portogallo presso la Santa Sede Antonio De Almeida Ribeiro. Nel corso dell’evento, Mons. Marto non ha lasciato spazio alla curiosità spicciola ed una religiosità di bei pensierini e fioretti devozionali. L’alto prelato ha delineato una profonda prospettiva d’insieme del messaggio della Madonna offrendo numerosi spunti di riflessione su di esso, innanzitutto  stigmatizzando la sua riduzione a tre cose: penitenza, preghiera e devozione del rosario per la pace. Questi tre elementi delimitano una visione che coglie solo alcuni aspetti della comunicazione divina. Essa si è sviluppata e rivelata nel corso del tempo ed è diventata un punto di riferimento importante della storia della Chiesa e dell’umanità del XX secolo. La vera questione da porsi è: qual è la peculiarità di Fatima?

A prima vista sembrerebbe non esservi molto di particolare dato che il messaggio è stato inviato a bambini poveri, poco istruiti, che parlano di una novità improvvisa che li supera e seduce nello stesso tempo, in cui i concetti sono espressi con il linguaggio dell’epoca, che quindi possono sembrarci superati e con scarsa attinenza al mondo attuale. Tuttavia, è proprio nel contenuto delle visioni la grande novità. Essa non si restringe ad un cammino di fede personale dei piccoli veggenti, ad una circostanza particolare di un piccolo paese del Portogallo, oppure ad una data verità di fede come nel caso delle apparizioni della Madonna a Lourdes. L’orizzonte del messaggio Fatima è di portata storica, ampia, si riferisce in particolare alle due guerre mondiali con i loro genocidi di incredibile crudeltà; al Papa; alla grande causa della pace fra i popoli.

A quanto detto si aggiunge un avvertimento molto forte, ovvero a non rassegnarsi alla banalità ed alla fatalità del male che sembra vincere. In altri termini, è un messaggio di speranza, ossia è possibile vincere il male iniziando dalla conversione del cuore, dalla preghiera e riparazione del peccato. Inoltre, è un invito a guardare oltre il dolore per intravedere la presenza di Dio, è un percorso di redenzione storico – profetica indirizzata non soltanto alla Chiesa ma a tutta l’umanità. Il messaggio di Fatima aiuta ad intravedere la mano provvidenziale celeste, a comprendere di avere un Padre paziente e misericordioso anche in periodi bui. In questo senso le apparizioni della Madonna hanno una duplice finalità: sostenere l’uomo e la Chiesa in momenti difficili della storia; insegnare come pregare, credere ed amare. In questa prospettiva le pratiche devozionali di Fatima trovano una prospettiva teologico - spirituale che consente di superare una visione puramente sentimentale fatta di devozioni superficiali. Rispetto alla comunicazione di Fatima bisogna prima considerare quanto Dio offre tramite la Vergine e poi vengono le pratiche suggerite. Tra i doni vi sono l’iniziativa celeste che consente di sperimentare l’amore divino, ossia la Grazia e la Misericordia, come fonte di gioia.

Accanto a ciò, vi è l’invito alla resistenza al male con la solidarietà, la vicinanza agli altri, oltre alla coraggiosa testimonianza della fede nella libertà e responsabilità personale. Un altro dato da sottolineare in riferimento al messaggio di Fatima è la comunione cattolica attraverso l’unità intorno al papa. La seconda e terza parte del “segreto” indicano la Chiesa sofferente unita al Vescovo vestito di bianco e sostenuta dalla protezione di Maria. E’ per questo che Papa Francesco si recherà in pellegrinaggio nel santuario mariano il 12 – 13 maggio prossimi in occasione del centenario delle apparizioni di Fatima. In sintesi, superando il chiacchiericcio sui misteri, il vero e grande messaggio di Fatima è la speranza, la conferma della descrizione che si ritrova alla fine del Vangelo di Luca: la Parola ultima, definitiva, sull’uomo è la benedizione di Cristo risorto e la misericordia di Dio che continua ad abbracciare il mondo.

Nel corso della stessa serata, Mons. Antonio Marto ha  presentato il libro “Fátima – Un percorso spirituale”, edito dalle Paoline, del sacerdote Antonio Rego, un famoso giornalista portoghese e scrittore. Nel testo vi sono, tra gli elementi di particolare interesse, la storia ed i luoghi delle apparizioni, il percorso spirituale.