Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

La giornata degli ottavi di finale é per antonomasia la più bella e interessante del torneo. Le teste di serie si sono tutte affermate, ma non sono mancate le sorprese e, purtroppo per i colori azzurri, le delusioni.

Roma - Fabio Fognini é arrivato vicinissimo all'impresa, ma Berdych, n. 5 del mondo, ha fatto valere la sua posizione nella classifica ATP. Quello tra il sanremese ed il ceco é stato sicuramente il match clou della giornata, sia per intensità emotiva sia per l'altissimo livello del tasso tecnico che il pubblico (numerosissimo) ha apprezzato notevolmente.

Lo spettacolare incontro, durato 2 ore e 34 minuti, è terminato con il punteggio finale di 63 36 76 a favore del ceco, ma Fabio Fognini può ritenersi soddisfatto della sua performance in termini tecnici in quanto, per tutto il corso del match, ha sfoggiato colpi incredibili che hanno fatto letteralmente impazzire il pubblico! Ma il tennista sanremese, può ritenersi soddisfatto soprattutto per la grande dimostrazione di affetto che gli ha regalato il pubblico di Roma al termine della partita, un affetto quasi vicino all’amore considerato che, a qualcuno (meglio qualcuna), per l’amarezza del risultato, è scappata anche qualche lacrimuccia.

L'unico aspetto negativo, oltre al risultato che vede uscire dal torneo l'ultimo baluardo azzurro, è stata la scelta di far disputare il match, ancora una volta dopo la brutta esperienza scaturita dall’incontro Fognini-Dimitrov, al campo Pietrangeli, stadio inadeguato per ospitare un evento di eccezionale interesse. Il potenziale pubblico per assistere ad un incontro del genere sarebbe stato presumibilmente vicino agli 8/10.000 spettatori, per tale motivo, il match si sarebbe dovuto disputare al Centrale, sia per lo spettacolo, che ne avrebbe sicuramente beneficiato, sia per motivi legati alla sicurezza, considerata la pericolosa calca che si è formata ai bordi dello stadio, seppur controllata e sotto attenta osservazione degli addetti al servizio.

Il colpo d'occhio del Pietrangeli nel corso della gara ha dato una chiara immagine di disorganizzazione anche se non si è ben capito chi decide dove giocare, a che ora è chi far giocare in un campo o in un altro. Probabilmente la decisione è appannaggio di organi esterni all’organizzazione locale, magari vicino alla ATP, alla WTA o addirittura agli sponsor del torneo. Gran parte del pubblico pagante, col biglietto in mano, riusciva a vedere solo gente (anch’essa regolarmente pagante) assiepata ai bordi dello stadio che non permetteva a nessuno di passare mentre seguiva in piedi l'incontro guardando più il tabellone che il rettangolo di gioco in quanto, da quella posizione era impossibile, se non in prima fila, vedere anche un solo pezzo di campo. L'atmosfera, vista la confusione, era più di una partita di calcio che di tennis ed il torneo in queste occasioni perde sicuramente tutto ciò che guadagna in termini di prestigio, in un soffio. Chi ha subito tale situazione, pagando salatamente un biglietto, probabilmente si farà sentire, a ragione, con l'organizzazione che, in un torneo perfetto ha avuto una défaillance che ha un po’ scalfito un’immagine ormai fortemente consolidata. Positiva invece, vista la situazione, la decisione di trasmettere, dal “cubo dei risultati”, la partita attraverso un maxi schermo, molti hanno comodamente visto il match, anche se non "dal vivo", attraverso tale possibilità.

Le sorprese, anch'esse negative, derivano dall'uscita dal torneo per ritiro del n. 3 del mondo nel tabellone maschile, Andy Murray e della n. 1 del mondo nel tabellone femminile, Serena Williams. Insomma, tra confusione al Pietrangeli e notizie di defezioni importanti, quella degli ottavi di finale, non è stata poi così bella ed interessante come giornata storicamente definita “la migliore” dagli appassionati.

Per fortuna che campioni come Nadal, Federer e Djokovic (accesso ai quarti per tutti e tre, ma con fatica) hanno fatto dimenticare in fretta, attraverso le loro magìe di gioco, i malumori di un pubblico che, per tale motivo, ha già perdonato tutto a tutti ed è pronto a tornare per godere dello spettacolo che offre il Foro Italico e della sua meravigliosa location, unica al mondo!

Clicca qui per consultare il programma del 15 maggio 2015

Clicca qui per consultare il Tabellone Singolare Maschile

Clicca qui per consultare il Tabellone Singolare Femminile

Per le news dai campi del Foro Italico, ascolta ogni giorno in diretta alle ore 15,00 l'inviato di Matchnews sul canale YouTube di ROMAWEB Channel/Canale Zero TV ch. 112. 

Guarda le foto della sesta giornata al Foro di Matchnews: