Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Napoli e Benevento, la quattordicesima giornata di campionato si chiude allo stesso modo dell’apertura: i partenopei in testa con 38 punti, mentre i giallorossi rimangono relegati a zero nei bassi fondi della classifica.

Per loro sfortuna le dirette avversarie hanno fatto punti, anche se con avversari più temibili (l’Hellas contro il Sassuolo in trasferta ed il Genoa contro la Roma). Il Sabato di calcio si apre con un Bologna-Sampdoria ricca di sorprese, infatti i felsinei vincono per 3 a 0 contro i doriani esprimendo, finalmente, un discreto gioco. Il Chievo vince di misura contro la Spal mentre l’Inter di Spalletti continua a vincere anche fuori le mura amiche.

A farne le spese un Cagliari a soli 5 punti dal terz’ultimo posto che significa “retrocessione”. Fatale il pareggio del Milan contro il Toro di Miha, fatale solamente per Montella che è stato esonerato. Al suo posto Gattuso. La Lazio pareggia contro la viola e nel posticipo la Juve annienta per3 a 0 il Crotone. Il Monday Night pesa come un macigno sulle spalle del Benevento che dovranno rinviare la festa per il primo punto nella massima serie. Napoli in testa a 38 punti, con l’Inter che segue a 36. Al terzo posto troviamo i campioni d’Italia della Juve a 34. Roma e Lazio sono rispettivamente quarte e quinte a 31 e 29 punti, ma entrambe con una partita in meno. La zona retrocessione si infiamma, visti i risultati del week end. Scartando il Benevento fermo a zero, in sei punti sono racchiuse ben sette squadre (Hellas, Genoa, Spal, Sassuolo, Crotone, Udinese e Cagliari).