Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Un totale di quattro fuoricampo e le grandi giornate di Leomart RodriguezBeppe Mazzanti e Nicola Garbella permettono al Sipro Nettuno Baseball City di lasciare il “Teseo Bondi” con una vittoria per 17-1 al settimo inning contro l’Autovia Castenaso. Manifesta superiorità e sweep anche per il Parmaclima, che con un grandioso Ricardo Paolini (5-6, 3 RBI) vincono per 16-6 in casa contro il Godo Baseball.

Importante riscatto del San Marino Baseball, che sconfigge l’UnipolSai Fortitudo Bologna con il risultato di 11-7. Adesso Nettuno City, Parmaclima e San Marino sono appaiate a sole 3 lunghezze dai campioni d’Italia e d’Europa.

Il Sipro Nettuno City non ha lasciato scampo all’Autovia Castenaso ed ha concluso la trasferta emiliana con uno sweep. Gli uomini del manager Gary Villalobos hanno conquistato il successo per manifesta superiorità al termine del settimo inning chiuso con il risultato di 17-1.

L’inizio è stato da incubo per la formazione di Marco Nanni che è stato costretto a togliere dal monte Diego Fabiani dopo otto battitori affrontati nel primo inning con un solo eliminato e cinque punti segnati dall’attacco nettunese con groundout di Angulo e i doppi consecutivi di Beppe MazzantiUstariz e Vasquez oltre alle basi ball conquistate da Alvarez - poi rimpiazzato da Nicola Garbella (3-4, RBI) - e da Giovanni Garbella. Anche Canellini, il sostituto di Fabiani, ha fatto fatica e nel secondo inning ha visto entrare tre punti battuti da Nicola Garbella (doppio) e da un fuoricampo da due punti di Mazzanti (3-5, 5 RBI). Il Nettuno City viaggia a vele spiegate e nel quarto inning firma anche il 10-0 provvisorio con altri due punti battuti a casa dal solito Mazzanti (doppio). L'Autovia Castenaso cerca la reazione e nella parte bassa del quarto riempie le basi con tre singoli consecutivi contro il partente Paolo Taschini, ma è costretta ad accontentarsi solamente di un punto (battuto da Alfinito). La squadra ospite invece non molla la tensione e tra sesto e settimo inning segna altri sette punti grazie ad un totale di tre fuoricampo, due battuti da Leomart Rodriguez (2-4, 4 RBI) ed uno da parte di Ustariz.

IL TABELLINO

Bottino pieno e vittoria per manifesta superiorità anche per il Parmaclima che al “Cavalli” respinge il Godo Baseball con il risultato di 16-6 all’ottavo inning. È stata la partita della carriera per Ricardo Paolini che chiude la sua giornata con un 5-6, cinque corse a casa, tre doppi ed altrettanti punti battuti. I ducali hanno colpito subito nelle prime due riprese segnando cinque punti approfittando di un errore della difesa romagnola ma soprattutto delle battute di Poma (3-6, 3RBI) e Mercuri nel primo inning, e di Paolini (triplo) e Mirabal (singolo) nel secondo inning. La squadra di casa dilaga nel quarto inning portandosi sul 7-0 grazie all’asse Sebastiano Poma-Aldo Koutsoyanopulos (1-2, RBI), che contro il nuovo entrato Alessandro Ciarla (entrato per il partente Matteo Galeotti) batte il secondo triplo della partita. Tutto semplice? Neanche per sogno. Il Godo Baseball non ci sta e nel quinto inning riapre la partita segnando cinque punti, due con i primi tre del lineup (RedaBucchi e Davide Meriggi) e i restanti tre con i singoli consecutivi di Lorenzo Di Raffaele e Luca Servidei che obbligano Oberto a lasciare il monte di lancio per far posto al debuttante Samuel Aldegheri (0.1IP, H, 2BB). Nella parte bassa del sesto i ducali si riprendono un punto con un singolo di Poma, ma Godo risponde grazie ad un errore con le basi piene di Lorenzo Gradali su una battuta di Mattia Bucchi. Il Parmaclima annusa il pericolo e nella parte bassa risponde con un totale di cinque punti arrivati grazie ai singoli di Paolini e Mirabal (2-5, 3 RBI), a Scalera (colpito con le basi piene) ed a Gradali (doppio a destra), mentre nell’ottavo segnano gli ultimi tre punti con un doppio di Ricardo Paolini e gli out produttivi di Mirabal e Sebastiano Poma.

IL TABELLINO

Grazie ad un inizio prorompente, il San Marino Baseball riscatta la sconfitta di gara 1 e, davanti al proprio pubblico, vince per 11-7 contro l’UnipolSai Fortitudo Bologna, che incassa la seconda sconfitta in campionato. Oltre alla giornata positiva da parte di tutto l’attacco (dieci valide e due fuoricampo il bottino del San Marino), protagonista importante dell’incontro è stato Alessandro Maestri, autore di quattro inning perfetti per iniziare la partita. Tutto il contrario per il suo compagno di nazionale, Alex Bassani, scelto come partente da Daniele Frignani in uno sfortunato bullpen game. L’ex Rimini è partito con il piede sbagliato: ha incassato due punti nel primo inning da un doppio di Rondon (3-4, 2 RBI) e da una volata di sacrificio di Flores, ed addirittura cinque nel terzo inning dove la squadra di casa ha battuto quattro singoli consecutivi (GiordaniRondonRomero e Flores) ed infine un fuoricampo da tre punti di Mattia Reginato (1-3, 4 RBI) che obbliga Frignani alla camminata sul monte. Al posto di Bassani entra Scotti, ma anche l’ex prospetto dei Pirates è vittima della furia dei sanmarinesi che nel quarto inning segnano altri tre punti con le battute a basi piene di Reginato (che arriva in base su errore di Marval) e di Erik Epifano. La truppa felsinea si affaccia per la prima volta dalle parti di Maestri nel quinto inning dove riescono anche a segnare due punti con volata di sacrificio di Agretti e doppio a destra di Dobboletta che serve a mandare a casa Vaglio. Maestri (6IP, 3H, 2ER, BB, 7K) riesce comunque ad evitare ulteriori danni e chiude la sua giornata con sei riprese di qualità. Al suo posto prima Cherubini, poi Coveri. Quest’ultimo rischia nel quarto inning con quattro punti subiti dai giri di mazza di Leo Ferrini e Polonius (3-run HR), arginati comunque da un solo homer di Rondon nella parte bassa. Nel nono un errore nell’esterno centro di Federico Giordani è decisivo per l’ultimo punto segnato dalla effe che non può rimontare e riconosce la superiorità degli uomini di Mario Chiarini.

IL TABELLINO

RISULTATI E STATISTICHE

CLASSIFICA

Inizia il girone di ritorno ed è subito scontro al vertice

Il campionato riparte con i successi di UnipolSai Bologna, Parmaclima e Sipro Nettuno City