Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Chi non lo ha detto almeno una volta, per alcuni fa parte del linguaggio comune, è un modo di dire, ma è, invece, un modo di fare e di essere per sette giovani di età compresa tra i 22 ed i 26 anni, che hanno fondato l'associazione “VA A FA ‘N BENE”.  

Una associazione laica, fondata a settembre 2018, che si occupa di tematiche sociali, cultura e ambiente, l’obiettivo dei fondatori: Elena Manocchi, Simona Grossi, Annabella Fedele, Federico Carere, Sergio Sajia, Lorenzo Olivetti e Andrea Finelli, è quello di promuovere valori condivisi all’interno della società a partire della periferia di Roma, nel quartiere Tor de Schiavi/Centocelle, in modo da poter attivare un processo di rinnovamento, sensibilizzazione e attenzione della “questione sociale”.

“Formarci per Informare” è la parola d’ordine dei fondatori dell’associazione. I ragazzi scelgono un tema lo discutono, lo approfondiscono in modo accurato attraverso lo studio di articoli accademici, dati e fonti attendibili; conclusa la fase di “formazione” passano alla seconda fase, quella di “informazione”, indispensabile per condividere e divulgare il risultato delle ricerche e delle lunghe discussioni.

Lo studio più recente ha riguardato il tema dell’immigrazione, la controversa questione delle ONG, il processo di accoglienza e l’integrazione. Per divulgare e condividere i risultati del loro studio, i fondatori dell’associazione, hanno organizzato VA A FA ‘N APERITIVO #2, dal titolo “Sull’ onda dei dati: immigrazione tra percezione e realtà”; sarà il 21 Giugno alle ore 18:00 presso la libreria “Todomodo” Via Bellegra 46. L’evento è realizzato in collaborazione con la Comunità di Sant’Egidio, che sarà parte attiva dell’evento contribuendo con la testimonianza di un rifugiato che ha vissuto il calvario della migrazione.  L’ospite racconterà la sua storia, spiegando i motivi che lo hanno costretto a partire, il difficile viaggio che ha dovuto affrontare e il tipo di accoglienza che ha ricevuto appena arrivato in Italia.  L’evento sarà un momento di riflessione, di dibattito importante, ma anche di convivio in un ambiente informale sorseggiando un calice di vino.

Ma quali sono stati gli altri temi trattati fino ad ora? Chiediamo a Elena Manocchi, portavoce del gruppo: “A  Novembre 2018 abbiamo organizzato il nostro primo evento “VA A FA ‘N APERITIVO #1”, abbiamo affrontato il tema dell’ecologia. Ci siamo concentrati su alcuni aspetti come il surriscaldamento globale, l’economia circolare e lo smaltimento della plastica. Avviamo avviato anche 2 progetti sulla tematica della sostenibilità ambientale con il focus specifico sul “Riciclo/Riutilizzo”. A dicembre 2018 abbiamo avviato una raccolta di jeans, ormai inutilizzabili, per riciclarli realizzando alcuni oggetti come: porta trucchi e copri quaderni. L’obiettivo di questa prima iniziativa è stato quello di sensibilizzare la collettività spostandola su una logica di “Riciclo/Riuso” piuttosto che “Usa e Getta”.

Come è nata l’idea di fondare questa associazione? “Eravamo in Valle D’Aosta, in un campo chiesa con la Parrocchia del Ss.Sacramento, il tema era “La dottrina Sociale della Chiesa Cattolica”. Ci siamo resi conto che unendo le nostre capacità avremmo potuto operare attivamente per la “questione sociale” fondando un’associazione che potesse esprimere al meglio il nostro potenziale e il nostro desiderio. Così è nata “VA A FA ‘N BENE”. 

Progetti per il futuro? “Sempre in ambito di accoglienza ed immigrazione, insieme alla comunità di Sant’Egidio, al parroco don Maurizio Mirilli della Parrocchia del nostro quartiere Ss.Sacramento e ai Titolari della cartolibreria “ Il Quadernone”, stiamo avviando un progetto per sostenere delle famiglie arrivate in Italia con i corridoi umanitari”

Progetti sicuramente ambiziosi ed impegnativi quelli di Elena, Simona, Annabella, Federico, Sergio, Lorenzo e Andrea; attraverso l’associazione, operano sul territorio realizzando non solo una azione divulgativa, ma anche progetti concreti in collaborazione con altre associazioni, enti pubblici e privati. Sono giovani che si impegnano per il sociale e che, attraverso il loro operato, consentono di difendere i valori che nella nostra società sono sempre più a rischio. Ascoltiamoli ed incontriamoli, il 21 giugno alle 18,00 presso la libreria “Todomodo” Via Bellegra 46. 

Per info:

Instagram: Vaafanbene

Facebook: Va a fa 'n bene