Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Prima l’uomo, poi il tennista. In campo non scende il giocatore, ma la persona. La Rome Tennis Academy parte da questo assunto per sviluppare la crescita a 360° dell’aspirante professionista curando la crescita, sportiva ed extra tennistica, di professionisti o aspiranti tali. Parole d’ordine: concretezza e lavoro.

La Genesi. La Rome Tennis Academy prende vita da due idee parallele che, contravvenendo alla geometria euclidea, hanno finito per incontrarsi realizzando una struttura all’avanguardia. Da una parte Massimiliano Lancellotti e Luca Berrettini, padre di Matteo e Jacopo, dall’altra Vincenzo Santopadre, Stefano Cobolli e Massimiliano Meschini.

L’accademia si basa su un team di esperti, dall’allenatore al preparatore atletico fino al mental coach, in grado di proporre un percorso adeguato a quei giocatori che abbiano l’aspirazione di diventare tennisti professionisti. L’obiettivo, molto ambizioso, è di creare un vero e proprio metodo di lavoro che miri a garantire la crescita massima di ogni singolo atleta.   

La forza dell’atteggiamento. L’Academy vanta otto campi da tennis: quattro outdoor in terra battuta e altrettanti in veloce indoor. L’obiettivo dichiarato è di poter allenare i ragazzi, sin da giovani, sulle due superfici maggiormente utilizzate nel circuito junior e professionistico. Tutti gli allenamenti hanno una linea guida ben precisa: l’attenzione all’atteggiamento, dentro e fuori dal campo, seguendo l’esempio di Matteo Berrettini. Un ‘pallino’ storico di Stefano Cobolli e Vincenzo Santopadre è, infatti, il comportamento da tenere durante le sedute di allenamento e durante i match.

Sulla scia di Berrettini. Oltre a Matteo Berrettini (n.54 Atp) si allenano attualmente full time in Academy Giorgia Marchetti, numero 176 Wta in doppio e n.2 d’Italia di categoria, Niccolò Turchetti (n. 579 Atp) e giovani promesse quali Flavio Cobolli, Matteo Gigante, Alice Amendola e altri ragazzi dalle ottime potenzialità che fanno parte del nutrito gruppo del settore agonistico. Vincenzo Santopadre e Stefano Cobolli sono affiancati da altri sei tecnici: Fabrizio Fanucci, storico allenatore di Filippo Volandri, Paolo Spezzi, responsabile dell’agonistica, Enrico Sellan, Mario Simoni e i giovani Marco Gulisano e Ludovico Scerrati.