Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Al via il IX Torneo Internazionale di Roma, usuale appuntamento capitolino del circuito ITF senior, presso il circolo sportivo All Round. La manifestazione si terrà su campi in terra rossa, di cui due al coperto, e terminerà questa settimana con le finali delle rispettive categorie.

Veterani da tutto il mondo. Si tratta del quarto anno consecutivo che l’All Round ospita all’interno della struttura un evento ITF senior, da tre stagioni a questa parte di grado 2. Il torneo prevede nove categorie maschili suddivise per fasce di età che spaziano dagli over 35 agli over 75, più due gironi femminili over 50.

Tante conferme rispetto alla precedente edizione: anche quest’anno ad esempio, come nei veri tornei ATP, è stata allestita un’area di incordatura ove i giocatori potranno lasciare le loro racchette per poi riprenderle sistemate al momento del match.

Il grande successo degli ultimi anni ha permesso di raggiungere, ancora una volta, una grande affluenza di iscritti. I tennisti in gara in questa edizione saranno ben 144, provenienti da ogni angolo del pianeta: Norvegia, Messico, Stati Uniti, Malta, Francia, Russia, Grecia, Germania, Austria, Israele, Nuova Zelanda, Romani, Danimarca, Argentina oltre ovviamente agli over di casa.

Simone Mingoli: “Vogliamo migliorare ancora, abbiamo intrapreso un percorso importante”. Entusiasmo incontenibile per Simone Mingoli, direttore del torneo, presente come sempre sui campi dell’All Round. “Questa è la nostra quarta edizione del Torneo Internazionale di Roma in termini di organizzazione e c’è davvero molta soddisfazione per quanto di buono fatto in questi anni – racconta -. Abbiamo raccolto questo torneo che era di grado 3 e l’abbiamo portato ad essere di grado 2, trovando un modello di riferimento con degli standard che ci soddisfano e che continueremo ad applicare in futuro. Siamo contenti di aver ricevuto numerosi apprezzamenti da parte dei giocatori in gara negli ultimi anni. Per loro deve essere un’esperienza bella e godibile, che li porti ad avere voglia di tornare qui anche l’anno dopo. L’obiettivo è mettere il tennis al centro della nostra struttura come vero e proprio punto di riferimento. Sono certo che la strada intrapresa sia quella giusta ma c’è sempre tempo e modo per migliorarsi. Dobbiamo continuare cosi”.

I match – Protagonista della giornata è stata la pioggia che ha costretto gli organizzatori a ridurre il numero di match disputati, per un totale di 14 incontri, e a spostarli sui due campi coperti in terra rossa sintetica. Successi agevoli per Alessandro Fiorletta (over 50) e Ferdinando Giua (over 60), mentre Corrado Bianchi (over 55) ha avuto la meglio su Giuseppe Bellinghieri in una battaglia da oltre due ore (5-7 6-3 6-4).