Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Si chiude il sipario della 114esima edizione del Roland Garros. Una edizione che alla vigilia delle finali sembrava dovesse confermare i successi dei due n. 1 delle classifiche WTA ed ATP, ma lo è stato solo per la WTA.

Parigi - Novak Djokovic non ce l’ha fatta contro un indiavolato Stan Wawrinka. Ma il match non l’ha perso il tennista serbo, perché si può senz’altro affermare, per come è andato, che lo ha vinto (e nettamente) il 30enne tennista svizzero. Wawrinka dopo essere stato sotto di un set ha mostrato il suo tennis migliore, ma forse anche di più. Deciso, determinato, veloce e preciso su ogni colpo.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Serena Williams vince il terzo trofeo al Roland Garros. Dopo quello del 2002, vinto quando aveva solo 20 anni, e del 2013, la tennista statunitense, ormai 33enne, si aggiudica anche quello relativo all’edizione del 2015. Per lei si tratta del torneo Grande Slam n. 20.

Parigi -  A farne le spese in finale è stata una valida avversaria, la ceca, poco più che 28enne, Lucie Safarova (#24) che agli ottavi di finale aveva eliminato la favorita alla vigilia del torneo, la russa Maria Sharapova n. 2 del mondo ai quarti la spagnola Garbine Muguruza e, addirittura, in semifinale, la ex n. 1 del mondo e vincitrice a Parigi nel 2008, la serba Ana Ivanovic.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Anche l’ultimo baluardo azzurro scivola via. L’edizione n. 114 del Roland Garros resta senza italiani.

Parigi - La coppia Bolelli/Fognini si è dovuta chinare di fronte allo strapotere dei 37enni fratelli Bryan, una vera e propria icona del tennis mondiale. I fratelloni statunitensi in meno di un’ora, con un doppio 63, hanno spento il sogno di vedere due italiani in finale. Bolelli/Fognini, avevano già vinto quest’anno uno torneo slam, gli Australian Open, 56 anni dopo la coppia Pietrangeli/Sirola, questi ultimi si affermarono proprio a Parigi.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

La tennista bolognese non ce l’ha fatta contro una Serena Williams, per lei, al momento imbattibile.

Parigi - Sara ha lasciato il Roland Garros dopo 66 minuti di gioco contro la n. 1 del mondo che si è imposta con un secco 61 63. La tennista statunitense proprio a Parigi sta ritrovando la sua forma migliore anche se c’è da registrare qualche defaillance nei primi incontri del torneo.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Nei tornei di singolo resta soltanto Sara Errani (#17) a difendere il nostro tricolore al Roland Garros.

Parigi - La tennista bolognese ha conquistato l’accesso ai quarti di finale eliminando nettamente (62 62), in poco più di un’ora, la tedesca Julia Georges (#72) che pur, fino al momento di incontrare la nostra Sara, aveva avuto un percorso eccezionale sbattendo fuori dal torneo addirittura la danese Caroline Wozniacki (#5). Ora per la Errani ai quarti un match sulla carta proibitivo, sarà Serena Williams (#1) la sua prossima avversaria.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Il torneo parigino perde un altro pezzo d’Italia. Simone Bolelli (#60) non ce l’ha fatta contro un indomabile quanto instancabile David Ferrer, n. 8 del ranking ATP.

Parigi - Lo spagnolo ha ceduto al tennista bolognese due set, il secondo ed il terzo, per poi lasciare solo un game negli ultimi due (63 16 57 60 61). Bolelli ha portato al quinto set un tennista che occupa da anni una posizione nei top ten e che è considerato tra i massimi specialisti della terra rossa, tanto è vero che ha da poco superato un primato eccezionale entrando anche lì nella top ten dei giocatori che hanno vinto più partite sulla terra rossa oltrepassando il muro delle 300 partite vinte.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Giornata positiva per i colori azzurri. Flavia Pennetta (#28) in soli due set fa fuori la spagnola Carla Suarez-Navarro, n. 8 del ranking WTA e giocatrice tra le più in forma del circuito.

Parigi -  Grande prova d’orgoglio per l’affascinante e brava tennista brindisina. Flavia non ha avuto particolari problemi nel primo set che si è aggiudicato con il punteggio di 63, ma nel secondo, quando sembrava che tutto volgesse a suo favore, ha dovuto subire il portentoso recupero della spagnola che dopo aver annullato il break dell'azzurra si è portata in vantaggio 4-3.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Un Roland Garros dalle tinte azzurre quello dell’edizione n. 114. Sono quattro gli italiani ad accedere al terzo turno del prestigioso torneo parigino.

Parigi - A grandi passi nel torneo femminile, dove prima la Pennetta, poi la Errani e la Schiavone, con prestazioni eccezionali, cominciano a farci sognare. Particolarmente entusiasmante è stato il match della “leonessa”. Francesca Schiavone (#92), in un avvincente partita contro la rivale di sempre, la russa Svetlana Kuznetsova (#18), dopo 3 ore e 50 minuti di gioco, è riuscita ad accedere al terzo turno.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Il torneo definito il campionato mondiale di tennis su terra rossa sta per approssimarsi al cosiddetto giro di boa. Molto folta ai blocchi di partenza la partecipazione per i colori azzurri sia in campo maschile (6), che femminile (6).

Parigi -  Purtroppo bisogna già registrare alcune eliminazioni per gli azzurri il cui numero, dopo i primi turni, si è ridotto notevolmente. Subito fuori Andreas Seppi, Luca Vanni e Roberta Vinci, è stata poi la volta di Camila Giorgi, Karin Knapp, Paolo Lorenzi e di Fabio Fognini (#28). Quest’ultimo, ha dovuto fare i conti con problemi di carattere fisico e, seppur lottando fino all’ultimo game, ha ceduto il passo al francese Benoit Paire (#71) che ha vinto il match in tre set (61 63 75).