Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

In questi ultimi anni, nel massimo circus automobilistico, si è stati testimoni di un grossissimo accetramento dei campioni mondiali; sempre meno piloti riescono ad ottenere l'iridato e ciò può essere uno svantaggio per tutto il moviemento. Complice la tecnologia ed il know how di alcune scuderie, i piloti emergenti trovano delle difficoltà non da poco nel farsi valere e competere per tutta la competizione. In pista, tutto questo, si traduce nella diminuzione dei piloti numeri uno in gara. Nel 2012 erano ben 6 gli atleti che potevano vantare di aver conquistato la vetta del mondo: Schumacher, Alonso, Raikkonen, Hamilton, Button e Vettel. Dopo sole tre primavere, complice il ritiro dell'ex-pilota della Ferrari, i campioni in gara sono rimasti 5.

La stagione in corso, invece, ne può vantare solo 3: Hamilton, Raikkonen e Vettel; se consideriamo che il norvegese sta pensando di appendere il volante al chiodo nel 2021 e che Seb, tra le sue opzioni, non ha escluso il ritiro, la Formula 1 potrebbe ritrovarsi con solo Lewis Hamilton. Molti appassionati si interrogano su chi sarà a scalzare il trono al britannico e ad incrementare questa statistica negli anni a venire. I due piloti più in vista, nonostante la giovane età, non possono che essere Cherles Leclerc (Ferrari) e Max Verstappen (Red Bull). C'è tempo per pensare al futuro, perchè Hamilton ha messo come obiettivo il raggiungimento dei 7 titoli mondiali conquistati da "Schumy"... un bel risultato che, forse il pilota più forte di tutti i tempi non avrà difficoltà a raggiungere.

CAMPIONI DEL MONDO IN PISTA
2012 (Schumacher, Alonso, Raikkonen, Vettel, Button, Hamilton)
2015 (Alonso, Raikkonen, Vettel, Button, Hamilton)
2020 (Raikkonen, Vettel, Hamilton)