Stampa

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Il tutto nasce da una passione per il territorio che unito allo Sport e allo spirito d'avventura sulla neve consentirà di vivere un'esperienza unica e per la prima volta nel Sud d'Italia 30 Km su un percorso certamente piacevole, ma non semplice.

Qualche info sul territorio

La Sila è un altopiano dell'Italia meridionale, situato nella zona centro-settentrionale della regione Calabria, che si estende per 150.000 ettari attraverso le province di Cosenza, Crotone e Catanzaro. È il più vecchio Parco Nazionale della Calabria, tra i primi 5 nati in Italia. La Sila è entrata nell'immaginario collettivo per le grandi nevicate, la presenza stabile dei lupi, i suoi prodotti tipici come i funghi porcini e per i suoi laghi.

Clima

Il clima della Sila cambia generalmente con il variare della quota. Ad altitudini minori il clima presenta tratti tipici mediterranei, percependoli sia dal punto di vista termico sia dal punto di vista floristico. Analizzando le varie stagioni, si osserva che:

Oltre i 1100-1200 metri si osserva soprattutto il clima di montagna, caratterizzato da temperature medie inferiori e con una stagione estiva più breve.

Durante la stagione estiva, i temporali di calore pomeridiani producono precipitazioni maggiori rispetto alle aree poste a quote più basse, con frequenti grandinate e con temperature che raramente superano i 27 C nell'altopiano, mentre durante la stagione invernale si hanno maggiori precipitazioni, per lo più nevose, che possono provocare accumuli anche consistenti e duraturi. Questi, oltre i 1700 metri, possono protrarsi anche fino a maggio.

Le precipitazioni medie si attestano attorno ai 1200 mm annui, con differenze tra i diversi settori.

Le aree occidentali beneficiano maggiormente dei flussi perturbati atlantici, con precipitazioni invernali spesso abbondanti, mentre le aree orientali beneficiano soprattutto dei flussi sciroccali e orientali, che possono precipitazioni notevoli, ma distribuite durante i tempi meno equamente, quindi non sempre regolari.

In inverno, durante le ondate di gelo, l'altopiano silano può raggiungere picchi negativi ragguardevoli, dovuti soprattutto all'effetto albedo. In tempi recenti, spiccano i -24,6 C segnati dalla stazione di Nocelle, sebbene possano raggiungersi punte di -28°,nelle aree più soggette ad inversione. Sulle cime le temperature medie invernali si attestano attorno ai -1 C, -2 C, con accumuli nevosi che possono raggiungere anche i 3,4 metri di spessore

Perchè lo spirito della Sila 3 Vette.

La competizione nasce da un incarico nazionale e dalla sua evoluzione che Giuseppe Guzzo, Presidente dell' A.s.d tmc360 Sport, ha ricevuto dall'Ente di promozione sportiva "CSEN riconosciuta da 40 anni dal CONI" nel gennaio del 2016 per promuovere la disciplina della fat bike o meglio MTB che consente di camminare sulla neve, sabbia e percorsi privi di un fondo solido.

L'idea di creare questa competizione

Consiste  nel fatto che il nostro altopiano, se pur attrezzato di impianti di risalita per la pratica dello sci, si presta tantissimo per attività d'escursionismo come lo sci di fondo, trekking, ciaspole e simili.

"Da appassionato del territorio in tutte le sue quattro stagioni" così parla il Presidente Giuseppe Guzzo "ho potuto osservare che durante la stagione invernale esisteva un vuoto, da qui l'idea di creare una Maratona o comunque un'attività che impegna le persone in una sfida che va al di la dell'escursione guidata o della semplice passeggiata, ma soprattutto che attira sulle nostre belle vette un pubblico che magari durante la stagione delle neve può sminuire il nostro altopiano a fronte di mete più note, più ambite o meglio più pubblicizzate".

Non a caso il premio non consiste nel classico trofeo ma bensì nella partecipazione alla Rovaniemi 150, la gara più importante in Europa che da diritto a partecipare alla gara n°1 nel mondo la Iditarod in Alaska.

Una vera opportunità per gli appassionati del settore che sognano di partecipare ad una sfida oltre il Circolo Polare Artico nella bella città nota come il paese di Babbo Natale "Rovaniemi".

A questo punto gli amanti dello sport invernale hanno un motivo in più per recarsi sul nostro altopiano, il paesaggio e l'ospitalità faranno da cornice all'iniziativa.

Considerazione tecnica di gara 

La sila 3 vette non è un sfida basata sul kilometraggio eccessivo, come si punta nel resto d'Italia ,ma la difficoltà sta nella presenza di diversi dislivelli e nel percorso che, a differenza delle zone alpine o delle grandi distese del nord Europa o America, attraversa fitti boschi e salite mozzafiato. Bisogna considerare anche la presenza della neve, anche alta se vogliamo dirla tutta.

Non esiste una gara in Italia di questo genere che come premio offre la partecipazione, l'iscrizione e il viaggio alla Rovaniemi 150. (Rovaniemi (Roavenjarga in lingua sami settentrionale) è il capoluogo della regione della Lapponia. Ha una popolazione di 60.707 abitanti. È situata latitudinalmente 6–7 km a sud della linea del circolo polare artico, tra le colline di Ounasvaara e Korkalovaara, alla confluenza del fiume Kemijoki e del suo affluente Ounasjoki. Il porto più vicino, a Kemi, è a 115 km. Il nome "Rovaniemi" è stato spesso ritenuto di origine lappone, in quanto roavve in Sami indica una collina boscosa. In finnico rova significa invece "cumulo di pietre" o "roccia".

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Privacy Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Privacy Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.