Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Come era prevedibile, il propagarsi della pandemia causata dal COVID19 (o più comunemente conosciuto come coronavirus) sta cambiando le carte in tavola.

Di poche settimane fa il protocollo firmato dai presidenti di tutte le compagini nostrane secondo il quale con 10 positivi i club possono e devono scendere ugualmente in campo.

Questa direttiva arriva seguendo quella dell'UEFA che, per garantire il regolare svolgimento delle competizioni europee, ha promulgato il proprio dictat.

Negli occhi di tutto, però, è ancora vivo il ricordo di Juventus-Napoli con diverse ipotesi sul tavolo che vanno dal 3 a 0 a tavolino per la Vecchia Signora fino ad arrivare ad una penalizzazione dei partenopei.

Adesso, però, sono tutti concordi che quanto deliberato poco tempo fa non ha efficacia e rischia di rovinare, per il secondo anno consecutivo un torneo già poco appetibile di suo. Molte squadre hanno numerosi positivi e, quindi, impossibilitati a scendere in campo; per questo le ipotesi sul tavolo dei dirigenti si sono modificate e ridotte sostanzialmente in due filoni: bolla o play-off. La bolla è ripresa dall'NBA, in sostanza i giocatori verrebbero relegati nei propri campi di allenamento per uscire solamente al momento delle gare agonistiche, questo comporterebbe uno stress emotivo oltre che fisico senza uguali (una sorta di ritiro perenne fino al termine della stagione).

I calciatori, ed i dirigenti, sono ovviamente molto restii su questa possibilità. La seconda concerne la modifica del format e, quando i contagi aumenteranno a dismisura, si interromperà il torneo per disputare i play off ed i play out. Le prime 8 si sfideranno per contendersi il tricolore mentre dall'undicesimo al diciottesimo posto si sfideranno per non andare in serie B. Un'ipotesi interessante ed appetibile anche dal punto di vista televisivo che però rischia di ridurre gli introiti derivanti dai diritti tv.

E' ancora tutto da decidere ma la sensazione è quella di stabilire qualcosa prima che venga sospeso ed organizzato un "mappazzone" per dirla allo chef Bruno Barbieri. Ciò che è avvenuto la stagione passata è quanto di più sconsigliato possa esistere, soprattutto, perchè in Estate avranno luogo Olimpiadi ed Europei. Scelte scellerate e senza logica quella delle federazioni di inserire, anche, la Nations League poco appetibile. Tempo al tempo, a breve dovremmo avere tutte le risposte del caso. Qualora si interrompesse, oggi, il campionato gli accoppiamenti per i play-off scudetto sarebbero: Atalanta-Juventus, Milan-Benevento, Sassuolo-Hellas Verona e Napoli-Inter; in Serie B Crotone ed Udinese con Torino, Cagliari, Parma, Spezia, Sampdoria, Genoa, Fiorentina e Bologna che lotterebbero per non retrocedere. Mai come quest'anno è fondamentale vincere e coqnuistare quanto prima punti preziosi.