Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Non riesce a fare 9 vittorie su 9 gare il Liverpool che all’Old Trafford trova solo il pareggio. In Liga il Barcellona balza in testa ma il Clasico della prossima settimana è rinviato.

LO UNITED FERMA KLOPP – Il “Derby d’Inghilterra”, ovvero tra le due squadre inglesi più titolate e divise da una profonda e antica rivalità, finisce 1-1: a togliere dai guai il Liverpool ci pensa Adam Lallana a cinque minuti dal termine della gara. Gara che a dire la verità non riserva grandi spunti anche se la difficoltà nel creare gioco dei Red Devils è stata palese per tutti i 90 minuti. Ironia della sorte però vuole che sia il Manchester United ad andare in vantaggio e a riuscire a mantenerlo praticamente fino alla fine.

Per il Liverpool si tratta comunque di un buon pareggio, ottenuto su un campo che rimane ostico al di là della classifica attuale. Per il Manchester non era questa la gara in cui cercare la svolta ma la posizione di Solskjaer rimane paurosamente in bilico. Accorcia le distanze dalla vetta quindi il City che passa 2-0 sul campo del Crystal Palace e si porta a -6 dai Reds. Bene anche il Leicester che dopo la sconfitta di Anfield prima della sosta per le nazionali torna alla vittoria in casa contro il Burnley e mantiene la terza posizione. Vince di misura il Chelsea sul Newcastle, grazie al gol di Marcos Alonso, e tiene il passo delle Foxes. Profondo rosso invece per il Tottenham che sul campo del Watford fa 1-1 e scivola in settima posizione. Stasera la gara tra Arsenal e Sheffield: vincendo i Gunners possono diventare terzi in solitaria e a -1 dal City. 

REAL MADRID KO, IL BARCELLONA IN TESTA – Arriva il sorpasso del Barcellona al Real Madrid in vetta alla Liga. I Blancos incappano nella prima sconfitta stagionale in Liga sul campo del Mallorca e lasciano il passo ai catalani. A tenere banco però, negli ultimi giorni, sono gli scontri e le agitazioni in terra catalana che hanno portato al rinvio del Clasico previsto per il prossimo week end. Le due compagini quindi torneranno in campo, Europa esclusa, nel prossimo turno infrasettimanale. Gara scialba ad ogni modo quella del Real a Mallorca: grande mole di gioco ma pochissime occasioni da rete. Discorso opposto invece per il Barcellona sul campo del non irresistibile Eibar: le grane difensive dei Blaugrana sono tutte confermate ma in avanti inizia a vedersi un principio d’intesa tra Suarez, Messi e Griezmann. Soprattutto il francese, fino ad ora oggetto misterioso dell’attacco catalano, si rende protagonista di una gara da incorniciare condita da baci e abbracci con Messi. Che abbia fatto breccia nel cuore della Pulce? Non approfitta del passo falso dei cugini l’Atletico che in casa incamera un deludente 1-1 contro il Valencia. Terza posizione quindi occupata dal Granada che passa 1-0 sull’Osasuna.

EQUILIBRIO PRECARIO IN BUNDESLIGA – Negli ultimi anni è stato raro (se non impossibile) vedere un campionato equilibrato come la Bundesliga in questo avvio di stagione. A quasi un terzo della stagione le squadre in lotta per la vetta sono ben nove, tutte racchiuse in appena due punti. Il Monchengladbach, che la scorsa settimana si è ritrovato sorprendentemente primo, cade sul campo del Borussia Dortmund che si porta in quarta posizione ma a parimerito con altre due compagini. A quindici punti infatti troviamo i gialloneri, il Lipsia e il Bayern Monaco. I bavaresi si fanno bloccare 2-2 sul campo dell’Ausburg terzultimo, mentre i ragazzi di Naglesmann pareggiano 1-1 con il Wolsfburg secondo in classifica. Friburgo, Schalke04, Leverkusen ed Eintracht completano il gruppone di nove squadre estremamente compatto. In coda si segnala il Paderborn07 ancora alla caccia del primo successo stagionale. 

IL PSG PRENDE IL VOLO, MARSIGLIA OK – Cinque i punti di vantaggio racimolati dal Psg alla nona gara del campionato: un bottino quasi magro per la corazzata parigina visto lo strapotere degli ultimi anni. La squadra di Tuchel però sembra aver preso ormai il solito ritmo da schiacciasassi grazie alle ottime prestazioni dei propri pupilli: da Neymar, solito togliere le castagne dal fuoco quando la partita sembra bloccata, ad un redivivo Angel Di Maria, probabilmente mai così in forma dal suo arrivo a Parigi dopo la deludente esperienza allo United. E’ l’argentino ad aprire i giochi nel 4-1 finale sul campo del Nizza con una doppietta: a chiuderli invece ci pensano Mbappè e Icardi, sempre più coinvolto nel gioco parigino e arrivato alla terza marcatura con la maglia rossoblù. Mantiene la seconda posizione il Nantes che cade a Metz e vede avvicinarsi il Reims terzo. Per trovare la prima nobile del calcio francese tocca fare un altro passo indietro: il Marsiglia di Villas Boas si attesta in quarta posizione grazie al 2-0 sullo Strasburgo. Prova invece a uscire dalle sabbie mobili delle zone basse della classifica il Monaco di Jardim che passa 3-2 sul Rennes. Male invece il Lione: l’impatto di Rudi Garcia, alla prima come nuovo allenatore, non aiuta la squadra ad andare oltre allo 0-0 casalingo contro il Digione. Per l’Olympique confermata la terzultima posizione in coabitazione con il Nimes.