Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Per il secondo anno consecutivo abbiamo avuto il piacere di fare due chiacchiere con chi è riuscito a creare un connubio indissolubile tra passione e lavoro: Riccardo Cotumaccio.

Il conduttore radiofonico romano, che presta la sua voce per commentare il mondo Roma su Teleradiostereo, ha espresso giudizi speranzosi accendendo i riflettori sul mercato giallorosso. Fonseca ha una rosa, obiettivamente, migliore rispetto a quella che ha dovuto guidare Di Francesco (in crisi di risultato anche con la Doria) e per questo potremmo assistere ad una compagine giallorossa più pericolosa rispetto ad una primavera fa.

Di seguito riportiamo i tre quesiti posti a Cotumaccio:

Matchnews: "Con la chiusura del mercato la Roma è un passo avanti o indietro rispetto allo scorso anno?"

Cotumaccio: "Forse è presto per dirlo, ma Fonseca dovrebbe avere a disposizione una squadra migliore rispetto a quella dell’anno precedente. Gli ultimi tre colpi di mercato (Smalling, Mkhitaryan e Kalinic) potrebbero davvero aiutare la Roma in termini di esperienza, qualità e soprattutto voglia di rilancio."

Matchnews:" Qual è il giocatore chiave per i dettami tattici di Fonseca?" 

Cotumaccio: "Veretout potrebbe essere fondamentale nella sua doppia veste da regista e interditore." 

Matchnews: "Dopo le prime due giornate di campionato quale reparto è più indietro con la preparazione?" 

Cotumaccio: "Definitivamente quello difensivo. Molto dipenderà dalla testa dei singoli, Fazio in primis. La più grande sfida di Fonseca sarà proprio quella di non prendere troppe reti in un campionato come quello italiano, in cui subirne troppe porta sempre a clamorosi fallimenti."

Non possiamo che essere d'accordo con il giornalista classe 92 che vede in questa squadra le carte in regola per disputare un campionato alla sua altezza. Veretout l'acquisto più azzeccato per le caratteristiche sue e quelle che predilige il nuovo tecnico; Mkhitaryan l'atleta che porterà quel profumo di internazionalitá che servirà a chi gioca all'ombra del Colosseo con la casacca giallo ocra e rosso pompeiano. Ringraziamo nuovamente Riccardo Cotumaccio per la disponibilità, con l'augurio di sentire ancora vibrare le sue corde vocali e di riempire di inchiostro quei fogli bianchi... che sia per la Roma o che sia per altro.