Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Fine dei giochi. La Juventus è campione d'Italia, possiamo scrivere un'ufficialitá preannunciata da Settembre.

Partita disgustosa all'Olimpico contro una Roma che sembrava sedata e spenta. Non certo il miglior modo di chiudere il campionato di fronte ai propri tifosi. Sarebbe follia introdurre dei play-off così da rendere il tutto più competitivo? Fine dei giochi a Genova dove l'arbitro sospende il match per dei cori contro i tifosi napoletani, gli stessi tifosi che insultavano alcune squadre ree di aver giocato per vincere contro di loro.

Diciamoci la verità e finiamo i giochi con il finto buonismo: tutte le tifoserie vengono insultate (ed anche pesantemente) dai gruppi avversari e solo con i partenopei assistiamo a scene di questo genere. Creiamo del razzismo virtuale dove non c'è. Chievo, Udinese e Cagliari che vincono in trasferta e ció inguaia (maggiormente) Spal e Crotone. Per la fine dei giochi dovremmo aspettare domenica prossima, dove tra l'altro ci sarà uno. stuzzicante Lazio-Inter per che si giocano un posto in Champions per l'anno prossimo. Bellissima la gara tra Atalanta e Milan, che terminano le ostilità sull'1 a 1.

Concludiamo l'articolo con l'episodio più spiacevole di questa giornata e che, probabilmente, nessuno vorrà trattare. Nel posticipo dell'Olimpico, dopo uno scontro di gioco (non valutato fallo da Tagliavento) Bernardeschi si alza ed inizia ad insultare l'assistente arbitrale in maniera molto scomposta. Nessun provvedimento disciplinare è stato preso per il numero 33 dei bianconeri. Altro che VAR o errori di valutazioni, qui non si è voluto agire (per buon senso si dirà).