Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Trentasettesimo capitolo di un torneo che è stato avvincente dall’inizio alla fine, come non accadeva da tempo.

Si comincia con un Benevento-Genoa che sulla carta non hanno nulla da chiedere e che, quindi, possono dar sfogo ad uno spettacolo per il mero spirito decubertiano. Per l’Europa la sfida passa da Milano (con Inter-Sassuolo), virerà in Calabria (Crotone-Lazio) e giungerà fino alla capitale (Roma-Juve).

Non possiamo non sottolineare la vena polemica dei tifosi biancazzurri che già gridano allo scandalo portando come tesi l’ipotetico biscotto tra i capitolini ed i bianconeri (ad entrambe le squadre occorre un punto per raggiungere i propri obiettivi) e la poca fame agonistica dei neroverdi dopo aver ottenuto la salvezza. Proprio le stesse persone che nel 2010 hanno minacciato di morte i propri giocatori affinché perdessero con i nerazzurri millantano di intraprendere vie legali per un presunto campionato falsato, appare assurdo solo scriverlo. Il Chievo va a Bologna per proseguire nella sua marcia verso la salvezza, incentivata dalla vittoria contro gli squali rossoblù. Il Cagliari è atteso dall’insidiosa sfida contro la Fiorentina e l’Udinese andrà a Verona dove incontrerà un Hellas che non ha nulla più da chiedere alla serie A ma proprio per questo può essere un’insidia. Il Napoli sfiderà i doriani alla stessa ora in cui la Juventus potrebbe festeggiare il tricolore all’Olimpico di Roma.

Tra Var e polemiche è di pochi giorni fa la decisione di poter iscrivere al campionato cadetto le squadre B, così da valorizzare anche il vivaio di determinati team. Finalmente qualcosa si muove.