Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Prosegue la febbre di notizie di calciomercato, che sta tenendo sulle spine amanti del calcio e tifosi, in particolare quelli giallorossi. Le questioni che più coinvolgono l’ambiente al momento sono sempre due: il futuro di Pjanic e quello di Nainggolan.

Per quel che riguarda il bosniaco la situazione appare definita: sarà ceduto alla Juventus. Se in un primo momento la società era stata accusata di aver voluto cederlo, contro le volontà del giocatore, a chiarire la situazione ci ha pensato Baldissoni.

Il Direttore Generale ha letto a Roma Radio una lettera inviata alla società dal giocatore nella quale si legge testualmente: “Con la presente - scrive Pjanic - comunico di volermi avvalere del diritto di essere trasferito ad altra società, come da accordi tra noi intercorrenti.

Vi comunico inoltre la mia disponibilità a regolare il 20% di mia spettanza dell’ammontare del prezzo di trasferimento direttamente con la società che acquisisce il diritto alle mie prestazioni sportive che, nell’occasione, vi comunico essere la Juventus. Vi prego di prendere contatto per l'espletamento delle formalità contestuali necessarie.”

Il Direttore ha poi spiegato di aver letto pubblicamente la missiva privata per tutelare i tifosi giallorossi, che vengono avvelenati sempre contro la società, attraverso la diffusione di notizie false. Baldissoni ha speso poi parole di solidarietà nei confronti di Pjanic, insultato da molti tifosi nonostante abbia solamente esercitato un suo diritto. Sono arrivate conferme dell’operazione anche da parte della Juventus che attraverso la figura di Marotta ha confermato la tesi di Baldissoni, dichiarando anche che con la Roma non c’è stata nessuna trattativa, ma solo contatti tecnici per definire al meglio la messa in pratica della clausola e che il giocatore si recherà presto a Torino per le visite mediche.

Diversa è invece la situazione di Nainggolan. il giocatore belga è fortemente desiderato dal Chelsea di Conte. Nonostante le volontà espresse sia da parte del giocatore di restare, sia da parte della società di non metterlo sul mercato, continuano a susseguirsi voci e presunti scoop. L’ultimo a mettere molta carne al fuoco è stato il giornalista di Rai Sport Marco Lollobrigida attraverso un tweet nel quale ha riportato quanto ha appreso dal collega Luca De Capitani, ovvero che Nainggolan gli avrebbe confidato “Conte mi vuole davvero, e da Roma arrivano strane voci”. Il giocatore ha prontamente smentito le dichiarazioni, taggando direttamente De Capitani sul social.  

Per i tifosi sono arrivate buone notizie anche da parte di Rudiger, che si è sottoposto ieri ad un intervento al crociato. In merito la società ha rilasciato un comunicato: “Nella giornata odierna Antonio Rudiger è stato sottoposto a intervento chirurgico artroscopico per ricostruzione di legamento crociato anteriore del ginocchio destro. L'intervento è andato come programmato e il calciatore 23enne inizierà da subito il suo programma riabilitativo. Rudiger, che nella stagione appena conclusa ha collezionato 37 presenze e due reti in giallorosso, si era infortunato martedì 7 giugno, nel corso di un allenamento con la nazionale tedesca nel ritiro francese di Evian in vista di Euro 2016".

La notizia che ha però entusiasmato più di tutte l’ambiente è stata sicuramente quella del rinnovo di Totti. Il giocatore dopo mesi di bilico è riuscito a far valere le sue volontà fino in fondo e guadagnarsi un nuovo contratto. Il Capitano ha firmato un contratto da 1,2 milioni più bonus personali e di squadra, lasciando la maggioranza dei suoi diritti di immagine al club. Una volta terminata la stagione il numero dieci inizierà da subito la carriera di dirigente. Il contratto prevede 600.000 euro annui per le successive sei stagioni, fino quindi al 2023. Il giocatore nell’intervista a Roma Tv che ha seguito la firma ufficiale ha mostrato tutto il suo entusiasmo e ha parlato della realizzazione di un sogno. Anche Pallotta si è detto felice, e ha notato la bellissima coincidenza della firma con il giorno dell’anniversario della fondazione del club giallorosso.