Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Anche l’ultimo tassello della stagione giallorossa è stato posizionato. Gli uomini di Spalletti, dopo aver salutato la scorsa settimana con una vittoria i loro tifosi accorsi all’Olimpico, hanno portato a casa tre punti anche contro il Milan di Brocchi.   

Nell’ultima settimana, viste anche le vacanze che si avvicinano sempre di più, il clima a Trigoria è stato decisamente molto rilassato e tranquillo. Spalletti ha fatto esercitare i giocatori con esercizi di tecnica, tattica, corsa e ha dato il via a diverse partitelle per provare le formazioni possibili.

In campo si è comunque visto il solito 4-3-3 con Szczesny tra i pali, il quartetto Florenzi-Rudiger-Manolas-Digne in difesa, Strootman-De Rossi-Pjanic a centrocampo e in attacco il tridente Nainggolan, Salah, El Shaarawy.

Anche questa volta i giallorossi hanno dato vita ad un’ottima prestazione, assolutamente in linea con l’ultima parte della stagione, da quando è iniziata la gestione di Spalletti. La Roma ha mostrato sin dal primo minuto un’ottima padronanza a centrocampo, dove ha mantenuto sempre viva la tensione. Approfittando poi degli enormi problemi della difesa rossonera, al 19’ minuto è riuscita ad andare in vantaggio grazie al goal di Salah, che non ha avuto difficoltà a battere Donnarumma. I rossoneri dal canto loro non sono riusciti a reagire e hanno regalato a Szczesny una serata molto tranquilla e poco faticosa.

Anche nella seconda metà di gioco sono stati gli uomini di Spalletti a giocare la parte dei leoni e hanno messo a segno altri due goal: il primo al 58’ segnato, come vuole la tradizione, dal grande ex della serata El Shaarawy, servito da un assist di Pjanic. Il secondo è arrivato invece all’82’ minuto, grazie alla solita prodezza di Totti (subentrato al posto di Strootman), che ha servito Emerson con un meraviglioso assist. A questo punto la Roma si è abbandonata ad un calo di tensione e il Milan è riuscito a segnare un goal con Bacca. Nonostante questo tentativo in exstremis la partita si è conclusa con un 3-1 per i giallorossi che allontana sempre di più il Milan da qualsiasi sfida in Europa.

Nonostante l’impegno dei giallorossi però le notizie non sono state ottimali dal San Paolo, dove il Napoli ha battuto il Frosinone per 4-0. Gli uomini di Spalletti hanno quindi dovuto dire addio alla qualificazione diretta alla Champions League, dovendo necessariamente passare dai preliminari. Spalletti ha rilasciato delle dichiarazioni in proposito, elogiando innanzitutto la squadra per l’ottima prestazione e asserendo che dover affrontare i preliminari potrebbe essere un vantaggio. Il gruppo dovrebbe infatti essere fisicamente pronto già dagli ultimi giorni di luglio, costretto ad affrontare partite vere, con tensione vera, che daranno un’ottima spinta fisica anche in vista del prossimo campionato.

Sicuramente, rispetto a come era iniziata la stagione, il salto di qualità che ha avuto la Roma è stato notevole. Durante l’ultimo periodo della gestione di Garcia la squadra appariva spenta, sconnessa, priva di idee e con una grossa difficoltà a far comunicare i vari reparti. Con l’arrivo di Spalletti il gruppo ha ritrovato unione e motivazione che hanno portato vittoria dopo vittoria al raggiungimento di un, inizialmente insperato, terzo posto. Nel complesso il bilancio è quindi positivo, e si possono gettare delle basi di speranza per la prossima stagione, nonostante ci sia sicuramente ancora molto da lavorare. A completare un quadro così roseo manca ora solo la risoluzione della questione Francesco Totti, la cui firma ad un altro anno, per la gioia dei più, è molto vicina. Nella speranza che possa regalare ai tifosi una festa di addio degna di questo nome.