Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Qualunque bambino amante della "pelota" sogna di indossare un giorno il numero 10, emblema di classe cristallina e di talento puro.

Immaginiamo se ad indossarlo è un ragazzo con la camiseta azzurrina, che ricorda vagamente la maglia che fu del Dios Maradona la pressione che potrebbe avere su quelle spalle e, soprattutto, tra i piedi. Negli ultimi anni nella capitale, sponda bianco e azzurra del Tevere, pare si sia abbattuta una vera e propria maledizione: chiunque indossi quella maglia sembra perdere incredibilmente le sue skills e cadere in un vortice che porta sempre di più vicino all'oblio.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Una Roma imprevedibile batte facilmente una Lazio senza anima. Questa la sintesi del derby. Alla vigilia i tifosi romanisti erano molto preoccupati.

C’era qualcuno che paventava una goleada a favore della Lazio, viste le condizioni psicofisiche della squadra, ma così non è stato. Sono stati invece proprio i giallorossi a sfiorarla. Nel primo tempo, conclusosi con la Roma in vantaggio per 1 a 0, il punteggio sarebbe potuto essere sicuramente più largo. Molte le occasioni sprecate dai ragazzi di Di Francesco. Quelle di El Shaarawy, De Rossi, Dzeko e Pastore le più nitide.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Protesta silenziosa, perché non ci piace proprio questa formula di giocare durante la settimana.

Niente informazione sulle gare della sesta giornata. Il calcio è della e mentre 22 atleti corrono negli stadi la maggior parte della popolazione lavora, così si mortifica lo spettacolo. Chiusa la parentesi si ricomincia questo week end con partite gustose ed interessanti. Si comincia sabato alle 15 con il derby di Roma (orario assurdo e contro ogni logica) e si prosegue alle 18 con uno Juve-Napoli che profuma di tricolore (anch'esso messo in una fascia oraria che fa rabbrividire).

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

È in programma oggi, giorno di uscita dell’autobiografia di Francesco Totti scritta con Paolo Condò, la serata evento al Colosseo cui parteciperà l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, Istituzione a cui l’autore e la Casa Editrice Rizzoli destineranno parte dei proventi della vendita del libro per l’attività di assistenza e ricerca.

Alvin condurrà e ripercorrerà, a fianco di Francesco Totti e Paolo Condò, la vita e l’ineguagliabile carriera del giocatore icona più amato del calcio italiano.

Sul palco si alterneranno autorità, amici, colleghi ed ex giocatori e allenatori della Nazionale e della Roma. L’attore e doppiatore Luca Ward, inconfondibile voce del Gladiatore, sarà presente con una sorpresa speciale per il Capitano.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Dopo le deludenti prestazioni contro il Real Madrid e, soprattutto, contro il Bologna, la Roma cerca il riscatto.

All’Olimpico si presenta una squadra molto combattiva e addirittura, viste le condizioni dei giallorossi, speranzosa di prendere punti. Mister Di Francesco sperimenta ancora. A destra schiera Santon e davanti altra chance per Schick. Sulla fascia bassa sinistra torna Kolarov dal primo minuto a centrocampo fuori Cristante e spazio a Pastore. Sulla corsia alta di destra confermato Under mentre Karsdorp resta in semipunizione in panchina.