Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Ormai è il mood della prima della classe, concreta e devastante. Non brilla contro una Lazio arcigna che corre e combatte per ottanta minuti ma che tracolla in appena 10 minuti a causa dello strapotere dei piemontesi: 2 a 1 e campionato archiviato a Gennaio.

Il Napoli si ferma contro il Milan, registrando uno 0 a 0 con poche emozioni. Capitolo Roma molto delicato, in vantaggio 3 a 0 ma che poi fa harakiri e va a pareggiare 3 a 3 contro gli orobici a Bergamo. Sponda nerazzurra di Milano che non sorride per niente, perdendo 1 a 0 a Torino per mano dei granata. Spettacolare 4 a 3 della Fiorentina a Verona, che piega il Chievo grazie alla doppietta di Chiesa.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

È ormai passato il tempo dove le legioni straniere giungevano a Roma per provare ad impensierire l'impero tanto potente e tanto temuto.

Quell'impero ormai decaduto ha lasciato due compagini a difendere le mura cittadine ed in questa giornata la Lazio affronterà la prima della classe, con visioni molto diverse da quelle più nobili dei reali. La Juventus arriva a Roma con la consapevolezza di essere la più forte e di allungare in classifica. Il Napoli, l'unica inseguitrice (?) dovrà vedersela a Milano con il Milan di Paquetá e Piatek.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

PSG “VORACE”: 9-0 AL GUINGAMP – Ci sono partite di calcetto tra amici, quelle del giovedì sera, che si chiudono con scarti assai minori.

Il Paris Saint Germain infatti decide di esagerare contro il povero Guingamp e il tabellino, alla fine della sfida di sabato scorso, dice 9-0. Niente trucchi, i parigini segnano esattamente un gol ogni dieci minuti e il resto del mondo abbraccia idealmente tutti i fantallenatori francesi che in porta avevano Caillard. A decretare il rocambolesco risultato finale sono le triplette di Cavani e Mbappè, la doppietta di Neymar e il gol di Meunier.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Finite le vacanze per gli atleti del campionato nostrano, ma le melodie rimangono intatte.

La Juventus continua a far suonare i suoi tamburi in maniera impetuosa ed abbattendo un Chievo mai sceso in campo per 3 a 0, da segnalare il rigore sbagliato di Cr7 (anche lui è umano quindi?). Il Napoli segue la capolista, anche se da lontano, facendo impallidire l'armata di Simone Inzaghi, domandola per tutto il corso della gara. Roma che sorpassa i cugini grazie alla vittoria di misura contro un Torino sceso sul terreno di gioco con il dente avvelenato.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Dopo la sosta natalizia riprende il campionato. All’Olimpico si presenta una squadra ostica, il Torino di mister Mazzarri. Le due squadre sono reduci da due stati d’animo differenti.

Il Toro, squalificato dalla Fiorentina e la Roma invece avanti, dopo la vittoria contro la Virtus Entella, nella seconda competizione più importante del calcio italiano, la Coppa Italia. Mister Di Francesco mette in campo una formazione giovanissima. Contemporaneamente in campo Kluivert, Zaniolo e Under per dare slancio e velocità alle manovre giallorosse. In difesa solito schieramento tranne sulla fascia destra dove è presente Karsdorp al posto dell’influenzato Florenzi.