Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

L’Italia torna sul tetto d’Europa a 4 anni di distanza dall’ultimo successo (Rosmalen 2015) e porta il suo bottino di allori continentali a 11, diventando lo sport di squadra italiano più titolato di sempre e distanziando nuovamente le storiche rivali dell’Olanda, ferme a quota 10, che in finale possono solo inchinarsi di fronte alla forza dimostrata dalle azzurre (3-2).

La squadra di Obletter chiude l’Europeo di Ostrava così come lo ha iniziato, martellando senza sosta l’avversario di turno, che si chiamasse Turchia o, come questa sera, Olanda e corona con merito un cammino che l’ha vista protagonista in tutta la settimana “ceca”. A decidere la finale sono i fuoricampo di Marta Gasparotto, che firma il pareggio, e di Laura Vigna che regala i 2 punti della vittoria.

Il manager Enrico Obletter: “Questa vittoria è una grande soddisfazione, abbiamo giocato un Europeo sopra le righe con un attacco che non si è visto mai nella Nazionale italiana e lo testimoniano i 40 fuoricampo fatti in un torneo con appena 12 partite. Abbiamo trovato un Olanda molto ostica, lo sapevamo e non ha mollato un attimo. C’è voluta una grande Italia per vincere. E’ stato un torneo veramente duro, per cui la soddisfazione è doppia. Questa per noi è stata la prima di sei finali, la prima è andata, ora dobbiamo giocarne altre cinque in terra olandese (per la Qualificazione Olimpica, ndr). L’Olanda sarà la squadra da battere, ma noi andiamo con la fiducia della squadra campione per questo è stato importante vincere qui”.

La lanciatrice azzurra Greta Cecchetti: “E’ stata un’emozione grandissima, questo Europeo è stato speciale. Questa squadra ha dimostrato fin dall’inizio di essere forte, basti pensare solo ai 40 fuoricampo. Questo gruppo è davvero speciale. Non credo che ripenserò alla mia decisione, sono contenta di aver vinto con questa squadra perché questo gruppo è unico e oggi quando ho detto a tutte le ragazze che sarebbe stato il mio ultimo Europeo, si sono emozionate, gli ho chiesto di farmi questo regalo, me l’hanno fatto e non posso chiedere di più”.

Il capitano Erika Piancastelli: “E’ un momento meraviglioso, è il coronamento di tutto il lavoro che abbiamo fatto per prepararci per questo giorno, è una cosa bellissima. Prossimo step la Qualificazione Olimpica, Tokyo 2020, tra 15 giorni”.

IL TABELLINO

RISULTATI E CLASSIFICHE

LA PHOTOGALLERY DELLA FINALE OLANDA-ITALIA

LA PHOTOGALLERY DI GRAN BRETAGNA-ITALIA

LA PHOTOGALLERY DI ITALIA-SPAGNA

LA PHOTOGALLERY DI REPUBBLICA CECA-ITALIA

LA PHOTOGALLERY DELLA QUARTA GIORNATA

LA PHOTOGALLERY DELLA TERZA GIORNATA

LA PHOTOGALLERY DELLA SECONDA GIORNATA

LA PHOTOGALLERY DELLA PRIMA GIORNATA