Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Una giovane donna in età da marito, una narratrice sotto falso nome che racconta le vicende amorose dell’alta società. C’è tutto questo in Bridgerton, la prima produzione Netflix – la serie uscita il 25 dicembre 2020 – che porta il marchio inconfondibile di Shonda Rhimes.

Bridgerton è una serie in costume che intreccia amore, intrighi e segreti dell’alta società. La serie composta da 8 episodi è tratta dalla saga di romanzi di Julia Quinn, capace con costruzioni narrative complesse di narrare tematiche profonde – la femminilità, il suo essere nel mondo, il rapporto uomo/donna, il sesso e le gioie  coniugali.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Negli ultimi mesi è uscita su Netflix una serie che ha conquistato, non solo gli schermi, ma anche il tempo libero di molti.

Non c’è da meravigliarsi se nelle tre settimane successive alla presentazione de La regina degli scacchi, le vendite unitarie dei set di scacchi siano aumentate dell’87% negli Stati Uniti e le vendite dei libri di strategie siano cresciuti del 603%, secondo la società di ricerca NPD Group. Il picco arriva dopo anni di crescita piatta o addirittura negativa in quelle categorie. Dunque, se una volta si pensava che il gioco degli scacchi fosse qualcosa di antico, grazie a Netflix pare che la storia sia cambiata.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Di Parigi e dei suoi boulevards sono pieni gli schermi. Che sia dall’azione de Il codice da Vinci, al sensuale Ultimo tango a Parigi, passando per il genio alleniano di Midnight in Paris e le musiche di Moulin Rouge, sono davvero tantissimi i titoli ambientati nella capitale francese, per non parlare di quelli che già la citano nel titolo.

Non è da meno la nuova serie originale Netflix, figlia del creatore di Sex and the city, Emily in Paris, che vede come protagonista una freschissima e altrettanto spigliata Lily Collins, figlia d’arte del cantante Phil. In un’atmosfera tra Sex and the city e Il diavolo veste Prada, la nostra protagonista dall’invidiabile guardaroba, è una giovane donna made in Chicago, pronta ad un avanzamento di carriera, visto che la sua responsabile dell’azienda di marketing, dovrà trasferirsi per un anno a Parigi.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Per chi ha amato la serie The haunting of Hill house, tratta dal romanzo di Shirley Jackson, su Netflix troverà una piacevole sorpresa. Parliamo di The Haunting of Bly Manor, la serie di Mike Flanagan, ispirata al romanzo Giro di Vite di Henry James, del 1898; opera considerata ambigua e di difficile interpretazione, che va oltre la semplice storia di fantasmi, per abbracciare un contesto più ampio, pieno di significati nascosti.

Questa storia, come quella di Hill House, ha come protagonista una casa infestata e spettrale, ma non solo questo. La serie modernizza la novella dell’orrore di Henry James, ambientandola nel 1987 nella campagna inglese, esattamente a Bly, nell’Essex.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

L’attrice romana Cristina Mazzuzzi ritorna sul set con la fiction “Se mi cercherai, io ci sarò”. Un sodalizio artistico vincente, quello tra il fotografo e giornalista di Benevento Vincenzo Maio e la Mazzuzzi, della quale è anche manager.

Questa volta Cristina, volto noto del panorama internazionale della settima arte, il cinema, è stata scritturata come co-protagonista della fiction “Se mi cercherai, io ci sarò”, un thriller psicologico scritto e diretto da Manuela Iervolino, con la direzione artistica di Luca Baldi, prodotto dalla Diamond.

Cristina, nel ruolo della direttrice di un orfanotrofio, è stata affiancata dall’attore Pietro Fornaciari (con lei nella foto). Le riprese, iniziate alla fine dello scorso mese di giugno, sono ancora in corso, e vengono girate nel napoletano tra Pompei e i comuni vesuviani.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ciò che non può  mancare tra le vostre visioni è Liberi tutti, una serie Rai fiction in onda dal 9 maggio 2020 su RAI 3, già disponibile su RAI play dal 14 dicembre 2019.

Gli episodi figli degli stessi autori della serie televisiva Boris, Giacomo Ciarrapico e Luca Vendrusco, vengono ambientati a Roma, in una cohausing chiamata "Il Nido"; un borghetto con spazi comuni come il bar, sala comunitaria, sala hobby e un ampio cortile, dove vivono alcune famiglie in perfetta armonia tra di loro, gestendo questo posto a dimensione umana, caldo, colorato  e con molto verde.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

La serie televisiva ideata da Marvin Kren e in onda su Netflix dal 23 marzo, si propone di raccontare, tra realtà e fantasia, le vicissitudini del noto psicanalista, Il giovane neurologo Sigmund Freud (Robert Finster). 

Freud, dopo un viaggio di studi in Francia, torna a Vienna, dove approfondisce, con esperienze pratiche, lo studio della ipnoterapia al fine di curare isteria o disagi mentali simili. Il progetto del giovane studioso, purtroppo, è ostacolato dall’irreprensibile, intransigente, e alquanto stimato, Dott. Theodore Hermann Maynet (Rainer Bock), direttore del Dipartimento di psichiatria dell’Università di Vienna.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

The Terror è una serie televisiva americana, in visione su Amazon prime, tratta da un romanzo storico/horror di Dan Simmons, La scomparsa dell’Erebus, ispirato ad una storia vera: una missione inglese nell'Artide, intrapresa per raccogliere dati sul magnetismo e trovare il famoso passaggio a nord ovest, che avrebbe permesso ai popoli del nord Europa di arrivare in Asia per nuove opportunità commerciali/economiche, senza circumnavigare l'Africa.

Al centro della narrazione troviamo due navi gemelle della Royal Navy, la Terror e la Erebus, comandate dai capitani Francis Crozier ( Jared Harris) e John Franklin (Ciaràn Hinds).