Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

L’arte esprime l’identità e la memoria storica di una comunità e, contemporaneamente, i suoi valori. Senza dimenticare che essa costituisce il filo che unisce le generazioni nel corso del tempo, tramandando ed accrescendo il patrimonio del pensiero attraverso la creatività.

Si tratta quindi di una ricchezza da preservare e valorizzare. Un altro aspetto importante è il fatto che l’artista stimola, in colui che osserva un’opera, una conoscenza attiva attraverso l’interesse. Quanto detto comporta che  un artista produce una sua creazione soprattutto per suscitare un differente sguardo, una differente prospettiva. In questa linea può esservi il desiderio di trasmettere un messaggio determinato o quello di ricercare un contatto tra sé ed il visitatore attraverso il compimento artistico.

Quanto detto sono alcuni degli elementi della mostra collettiva di arte contemporanea “No instructions for use” che sarà inaugurata sabato 3 ottobre alle ore 17,30 nei locali prestigiosi del Palazzo della Cancelleria Vaticana nell’omonima piazza al numero 1, e che sarà visitabile fino al 7 ottobre dalle 10,30 alle 12:30 e dalle 16 alle 19. La manifestazione gode del patrocinio morale della Regione Lazio. L’evento é curato dal critico d’arte Monica Ferrarini  dell’Associazione M.F.Eventi in collaborazione con Alice Di Piero. Prima dell’opening abbiamo incontrato la curatrice Ferrarini la quale ci ha detto che:

 "No instructions for use” vede coinvolti artisti internazionali in una trama di dialoghi emotivi e visivi fatti di esperienze diverse, differenti personalità e linguaggi artistici variegati e stimolanti: un momento di riflessione su modalità interpretative che creano relazioni tra soggetti e nuovi punti di vista. La collettiva non vuole essere una rassegna culturale generica bensì si propone di focalizzare l’attenzione sulle diverse espressività del contemporaneo in tutta la sua affascinante complessità. Un’occasione per approfondire il panorama creativo a noi più vicino attraverso un approccio più meditativo, volto a stimolare una riflessione approfondita e una visione più ampia.

Gli artisti partecipanti sono:

Giuliana Arcangelelli, Antonella Bertoni, Gianni Boattini, Manuela Citti, Remo Carradori, Maurizio Diana, Maria Emilov, Stefania Galletti, Valentina Guadagnucci, Mario Guarino, Yasemin Hakverdi, Monika Hartl, Liliia Kaluzhyna, Rocco Iannelli, Anna Irmanovová, Christian Kammerhofer, Roswitha Klotz, Monica Marcenaro, Federica Marin, Enrica Mazzuchin, Anna Nobile, Maria Rita Onofri, Marco Orio, Mimmo Paoloni, Candida Paolucci, Judith Paone, Nicole Papaefthimiou, Ann Pelanne, Alda Picone, Monica Pizzo, Francesca Ragona, Katalin N. Sebestyén, Andrea Sisinnio Sanna, Maria Stamati, Mauro Trincanato, Stephane Vereecken, Paola Fortunata Vitaggio.