Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La Chinese New Year Celebration è una manifestazione con cui Roma, dal 2 al 10 febbraio, si unirà alle celebrazioni in tutto il mondo del Capodanno cinese.

Nella capitale si celebrerà la ricorrenza con un legame tra arte, fashion e lusso, elementi di punta di un’accoglienza attenta a turisti esigenti come quelli asiatici. Nelle boutiques dei brand più prestigiosi del centro storico si terrà una “mostra diffusa” di Liu Bolin, notissimo per il suo modo di “mimetizzarsi” con lo spazio circostante grazie al body-painting totale. Saranno esposti 30 esemplari selezionati tra gli scatti realizzati a Roma e dedicati alla pop art. Il famoso artista sarà presente all’evento con una live performance esclusiva nei locali della Galleria Borghese.

Lunedì 4 febbraio presso il Grand Hotel Plaza verrà offerta un’interessante opportunità formativa dedicata alla stampa, consulenti ed operatori dei servizi alla moda e al lusso in collaborazione con i partner dell’iniziativa tra si ricordano WeChat, Fondazione Italia Cina, Il Sole 24 Ore. Il focus si concentrerà sulle materie e sui temi che possono accrescere il flusso di turisti cinesi. Un altro evento che segnaliamo agli amanti dell’arte per il fine settimana è l’inaugurazione, sabato 2 febbraio alle ore 17, della mostra collettiva internazionale di arte contemporanea “Unconventional Visions” presso la galleria Spazio 40, via dell’Arco di San Callisto 40 a Roma. L’evento è curato dal critico d’arte Monica Ferrarini con la collaborazione di Valentina Gattaino.

La curatrice Ferrarini ci ha anticipato che “La mostra propone un racconto visivo che grazie alla capacità dell’artista prende le distanze da quelli che sono gli schemi abituali che ognuno di noi adotta e attua e che ci permette soprattutto di rileggere le cose con “colori diversi”, con un approccio nuovo e per questo stimolante. L’arte ci insegna a guardarci dentro e a trascendere la materialità, è una sfida alla realtà corrente ed è capace di trasformare in immagini contenuti carichi di significati nuovi.” Gli artisti partecipanti sono: Simona Amato, Luigi Cannone, Lubka Cibulová, Marina Crisafio, Antonella Cusimano, Flavia Fernandes, Lucio Freni, Roswitha Klotz, Marina Loreti, Stefania Lubatti, Stefania Nicolini, Maria Rita Onofri, Candida Paolucci, Laura Pennesi, Alda Picone, Monica Pizzo, Sabina Sartori, Roberto Servi, Vincenza Spiridione, Darja Štefančič, Anna Maria Tani, Myriam Tomaiuoli, Lady Yupiigold. La mostra resterà aperta fino all’8 febbraio, dalla 12 alle 20, sarà chiusa il mercoledì.